cerca CERCA
Giovedì 29 Settembre 2022
Aggiornato: 03:01
Temi caldi

Canonizzazione Wojtyla-Roncalli, già da sabato bonifiche e controlli

23 aprile 2014 | 16.07
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Sono stati pianificati, nel corso di un tavolo tecnico che si è svolto presso la Questura di Roma, i servizi di sicurezza per la cerimonia di canonizzazione dei Papi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II , che si terrà alle 10 domenica 27 aprile sul sagrato della Basilica Vaticana. Servizi che, spiega la stessa Questura in una nota, saranno improntati alla massima capillarità dei controlli e alla maggiore visibilità e fruibilità dell'evento da parte delle migliaia di fedeli che affolleranno l'area Vaticana.

Da sabato 26 verranno effettuate opere di ispezioni e bonifiche che interesseranno l'intera area, con controllo del sottosuolo; inoltre natanti e operatori subacquei pattuglieranno il Tevere nel tratto adiacente la Città del Vaticano, compreso tra Ponte Sisto e Ponte Umberto I. Per la circostanza piazza San Pietro sarà suddivisa al suo interno in maniera tale da consentire l'ospitalità delle numerose delegazioni estere e delle autorità ecclesiastiche sul sagrato della Basilica, oltre a essere predisposta la consueta suddivisione in settori della stessa piazza per accogliere le migliaia di fedeli.

Al fine di assicurare massime misure di sicurezza, garantendo nel contempo il regolare e ordinato afflusso e deflusso delle autorità e dei fedeli, è stata creata, all'esterno della Città del Vaticano, un''Area di Massima Sicurezza', il cui perimetro è formato dai seguenti piani stradali: piazza della Città Leonina; via dei Corridori; Borgo Sant'Angelo; piazza Pia (lato Vaticano); largo Giovanni XXIII (lato Vaticano); Lungotevere Vaticano (tra largo Giovanni XXIII e Ponte Vittorio Emanuele II); borgo Santo Spirito; largo Alicorni; via Paolo VI; piazza S. Uffizio.

L'Area di Massima Sicurezza, dalle 19 di sabato 26 e fino a cessate esigenze del 27 aprile, sarà interamente pedonale e transennata con barriere mobili, consentendo l'accesso ai soli veicoli in servizio di Polizia, di Soccorso, e quelli con targa Scv e Cd. A tal fine saranno predisposti, a ridosso della stessa area, varchi transennati che saranno presidiati dalla forza pubblica, nonché da personale della polizia locale di Roma Capitale per gli aspetti connessi alla viabilità e dai volontari che saranno opportunamente dislocati. In particolare per i fedeli i varchi di accesso all'Area di Massima Sicurezza saranno tre: via della Conciliazione (tra via Traspontina e largo Giovanni XXIII), via Traspontina (altezza via della Conciliazione), via San Pio X; mentre l'accesso in Piazza San Pietro sarà consentito dalle 5.30. In vista dell'arrivo in pullman della maggior parte dei fedeli, a partire da sabato, insieme all'amministrazione comunale, sono state individuate specifiche aree di sosta, per lo più presso i parcheggi di scambio e le altre zone servite dai capolinea o dalle fermate dei mezzi di trasporto pubblico.

Presso i caselli autostradali e in prossimità degli svincoli in entrata sul Gra, nonché in prossimità delle maggiori strade consolari interessate dall'arrivo dei pullman, saranno disposti, specifici servizi a cura delle forze dell'ordine, con il compito di indirizzare i conducenti lungo i percorsi di avvicinamento alle aree di parcheggio predisposte per l'occasione. Sono previsti arrivi con treni straordinari di provenienza nazionale e internazionale e circa 60 voli charter esclusivi per pellegrini negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino, nonché in nave.

Infine in diverse località della Capitale saranno allestiti dei maxischermi e l'agenzia del trasporto pubblico Atac garantirà il servizio h24, nei giorni 26 e 27 aprile, delle metropolitane linea 'A' e linea 'B', potenziando le linee dirette alla Città del Vaticano con bus navetta.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza