cerca CERCA
Venerdì 27 Maggio 2022
Aggiornato: 12:10
Temi caldi

Caso Regeni, Gentiloni: "Normalità con Egitto solo con impegno per la verità"

03 settembre 2020 | 15.21
LETTURA: 1 minuti

Lo ha detto il commissario europeo nell'audizione davanti alla Commissione parlamentare di inchiesta sulla morte del ricercatore italiano

alternate text
Paolo Gentiloni (Fotogramma)

"Il pieno ripristino della normalità" dei rapporti tra Roma e Il Cairo "non può che passare attraverso almeno l'impegno per la piena verità" sulla morte di Giulio Regeni. Lo ha detto il commissario europeo Paolo Gentiloni, nell'audizione davanti alla Commissione parlamentare di inchiesta sulla morte del ricercatore italiano. Gentiloni viene ascoltato per il ruolo svolto nella vicenda come ministro degli Esteri e premier tra il 2016 e il 2018.

"Il ritorno in sede di un ambasciatore non è il ripristino della piena normalità nei rapporti bilaterali" fra due Paesi, ha proseguito Gentiloni, commentando davanti alla commissione di inchiesta sulla morte di Giulio Regeni la decisione, dopo 17 mesi, di inviare nuovamente un ambasciatore al Cairo. "Ferite come queste - ha detto l'ex ministro degli Esteri ed ex premier - restano aperte, per la famiglia, per parte dell'opinione pubblica e per lo stato e certamente - ha concluso - non fu inteso come pieno ripristino della normalità dei rapporti, né da me né dal mio governo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza