cerca CERCA
Sabato 23 Ottobre 2021
Aggiornato: 15:41
Temi caldi

Giochi pericolosi

Cieco e sfregiato, 14enne vittima della 'sfida del nastro adesivo' di Youtube

28 gennaio 2016 | 13.53
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Una delle tante duct tape challenge presenti du Youtube (fonte: Youtube /amieeeGO)

Ha perso un occhio e si è ferito gravemente al volto e alla testa, tutto per un gioco di moda fra adolescenti su Youtube, la Duct Tape Challenge. Il 14enne di Washington Skylar Fish è infatti la prima vittima della sfida del nastro adesivo, competizione in cui i ragazzi 'nominati' dagli amici si legano fra loro nelle posizioni più disparate e si riprendono mentre tentano di liberarsi per poi pubblicare il video e nominare a loro volta il prossimo sfidante. A darne notizia è il Daily Mail.

Ed è proprio cercando di liberare braccia e gambe dal nastro adesivo che il 16 gennaio scorso Skylar è caduto a faccia in avanti contro la cornice in metallo di una finestra per poi finire violentemente contro la parete, ferendosi all'occhio sinistro e spaccandosi la testa. Colpito da aneurisma cerebrale, il teenager è stato trasportato all'Harborview Medical Center dove gli sono stati applicati 48 punti - da orecchio a orecchio - per chiudere la ferita alla testa. L'emorragia al cervello ha inoltre richiesto un intervento chirurgico d'urgenza, mentre i nervi dell'occhio sono stati schiacciati dall'impatto.

Lunedi scorso Skylar è stato trasferito in un ospedale pediatrico dove trascorrerà le prossime settimane e seguirà un programma di riabilitazione ospedaliero per imparare nuovamente a svolgere le attività quotidiane di base. I dottori non sono ancora certi che il ragazzo potrà recuperare il danno all'occhio sinistro, per ora cieco. Ma intanto sono ancora centinaia i ragazzi che ogni giorno continuano a sfidarsi su Youtube. Per questo la madre di Skylar, Sarah, ha lanciato un appello via social media ai genitori dei ragazzi, avvertendoli dei pericoli della Duct tape challenge.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza