cerca CERCA
Sabato 16 Ottobre 2021
Aggiornato: 21:08
Temi caldi

Clima, Orlando: "Italia tenga alta ambizione obiettivi assumendo leadership"

10 febbraio 2014 | 17.39
LETTURA: 3 minuti

alternate text

L'Italia "deve mantenere un livello alto di ambizione" negli obiettivi delle politiche ambientali e per il clima, "anche in passaggi così importanti". Lo ha affermato il ministro dell'Ambiente, Andrea Orlando, al termine del suo incontro con la commissaria Ue al Clima, Connie Hedegaard, parlando con i giornalisti sui risultati del colloquio.

"Per questo -ha aggiunto Orlando- sto lavorando con il mio collega Zanonato e con il governo nel suo insieme perchè sono convinto che fatto che ci sia un ruolo del nostro paese che non può che configurarsi con il mantenimento di un livello altro di ambizione, anche in funzione di una leadership che l'Italia può svolgere".

Le affermazioni di Orlando arrivano in risposta all'esortazione al nostro paese lanciata questa mattina dalla commissaria Hedegaard, in vista del semestre europeo, per un sostegno forte del nostro paese al pacchetto clima-energia lanciato dalla Commissione europea a gennaio scorso. "L'Europa deve parlare con una sola voce forte e la presidenza italiana potrà essere di grande sostegno", aveva infatti detto questa mattina la Hedegaard incontrando i giornalisti in una conferenza stampa.

"Mi pare che c'è stata" con la commissaria europea al Clima, Connie Hedegaard "una condivisione dell'esigenza di mantenere alto il livello di ambizione " degli obiettivi del pacchetto clima dell'Ue, ha affermato il ministro Orlando.

"Con Hedegaard abbiamo condiviso contemporaneamente anche il concetto di distribuire i carichi tenendo conto della configurazione dei diversi paesi membri dal punto di vista industriale, intervenendo anche nell'ambito non Ets per la riduzione delle emissioni", ha aggiunto Orlando.

"Il punto di partenza della Commissione è ritenuto positivo -ha proseguito il ministro che ha incontrato la commissaria europea poco prima dell'audizione della Hedegaard in commissioni riunite alla Camera- ora si deve entrare nel merito e vedere come si possono definire politiche che consentano al nostro paese di non perdere competitività e dare un contributo al raggiungimento di questo obiettivo".

Orlando ha inoltre riferito che "dal commissario ci sono giunte anche indicazioni per il sostegno a raggiungere i target anche con misure specifiche relative all'efficienza energetica".

"Sono tutte notizie -ha spiegato il ministro- che consentono di parlare a chi, nei giorni scorsi, ha espresso resistenze a questi livelli ambiziosi, per convincerli non solo del fatto che abbandonare queste scelte potrebbe significare sprecare gli sforzi fatti in passato, ma anche che il prossimo ciclo può essere una opportunità nella prosecuzione dello sforzo, tenendo conto della peculiarità dei diversi paesi e del nostro in particolare".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza