cerca CERCA
Martedì 13 Aprile 2021
Aggiornato: 21:50
Temi caldi

Copasir, Volpi: "Tutti i componenti rimettano mandato"

08 aprile 2021 | 14.57
LETTURA: 2 minuti

Il presidente del Comitato: "I presidenti delle Camere garantiscano la ricomposizione dello stesso con cinque esponenti dell'opposizione". Poi precisa: "Comunque, essendo legittimamente costituito, continuerà i suoi lavori"

alternate text
Foto Fotogramma

Il presidente del Copasir, Raffaele Volpi, chiede a tutti i membri del Comitato di "rimettere il proprio mandato" affinché i presidenti delle Camere "garantiscano la ricomposizione dello stesso con cinque esponenti dell’opposizione".

"Ritengo, viste le varie espressioni politiche diverse tra di loro, alcune più chiare altre ambigue, ma per coerenza con l’espressione dei propri segretari e dei propri partiti, che tutti i componenti del Comitato debbano rimettere il proprio mandato ai Presidenti delle Camere, i quali, in modo informale ma chiaro e pubblico, garantiscano la ricomposizione dello stesso con cinque esponenti dell’opposizione, permettendo quindi tra essi la libera scelta del presidente. Tale proposta sottintende un limpido proponimento da parte della politica e delle istituzioni della completa applicazione della legge, che non può essere richiamata per la sola figura del Presidente", dice Volpi in una nota.

"Propongo quindi - aggiunge Volpi - un patto politico e istituzionale tra i partiti, i gruppi parlamentari e i vertici delle due Istituzioni assembleari che, come fosse l’inizio di legislatura, prenda in considerazione la composizione del Comitato come previsto dalla legge, non potendo essere disgiungibile dal combinato disposto tra composizione ed elezione del presidente". "Credo sia un errore scaricare tensioni politiche su un Comitato così particolare nelle sue funzioni, che sino ad ora ha svolto un lavoro importante grazie a tutti i suoi componenti", sottolinea il presidente del Copasir.

"Il Comitato, comunque, per indicazione dei Presidenti delle Camere, essendo legittimamente costituito, continuerà i suoi lavori nell’interesse nazionale dell’Italia. Rinvio quindi ad altri le valutazioni che non mi competono su quanto possa essere lo spazio di doveroso dialogo rispetto alle proposte fatte, ricordando i richiami all’unità d’intenti istituzionali e non politici fatti dal nostro Presidente della Repubblica, al quale va la mia profonda e deferente stima".

Alla riunione di oggi del Copasir è assente Adolfo Urso, senatore di Fratelli d'Italia e vice presidente del Comitato.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza