cerca CERCA
Lunedì 18 Ottobre 2021
Aggiornato: 12:44
Temi caldi

Coronavirus Puglia, Lopalco: "Crescita casi più lenta di quella temuta"

20 marzo 2020 | 22.25
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Afp

"Ancora in Puglia siamo al di sotto della crescita esponenziale che temevamo e che si è registrata in altre regioni. Sul totale noi oggi ci saremmo dovuti aspettare più di 700 casi, se avessimo avuto quel tipo di crescita. E invece, siamo a meno di 600. Per cui la crescita è leggermente più lenta rispetto allo scenario peggiore (worse case ndr). Non siamo nello scenario peggiore, questo ci consola". Lo dice all'Adnkronos il professor Pierluigi Lopalco, responsabile della struttura di progetto per il Coordinamento delle emergenze epidemiologiche della Regione Puglia, dove finora si sono registrati 581 casi di positività al covid-19 (coronavirus).

Oggi 103 casi in più, su 743 test, e nessun decesso. "Io sto cercando di fare un confronto con regioni come la Toscana - aggiunge - perché è una regione che più o meno ha la nostra popolazione e ha una situazione anche geografica un po' simile alla nostra con dei grossi centri urbani e poi con tanti altri più piccoli e isolati. Noi stiamo andando più lenti della Toscana, forse perché da loro è partita un po' prima l'epidemia e ha risentito di meno delle misure di chiusura generale. Questa potrebbe essere la spiegazione. Noi in questi giorni abbiamo modificato il sistema di raccolta dati - avverte Lopalco - bisogna guardare l'andamento e il dato finale per capire bene la situazione". Lopalco conferma che la situazione diventa "preoccupante" quando ogni 2,5-3 giorni si registra un raddoppio dei casi.

“Quella è la curva di crescita esponenziale che abbiamo registrato nelle altre regioni”, spiega. “Noi siamo ancora al di sotto”, aggiunge. Dall’inizio dell’emergenza in Puglia sono stati effettuati complessivamente 4.789 test. “Il numero di tamponi che stiamo facendo è alto, non basso”, sottolinea Lopalco. “Nonostante sia aumentato negli ultimi giorni, se si fa il rapporto tra numero di tamponi e positivi, il tasso di positività è comunque basso, credo che sia inferiore al 10%. Io credo che stiamo facendo comunque in questo momento una politica di tamponi abbastanza allargata e ragionevole”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza