cerca CERCA
Sabato 25 Giugno 2022
Aggiornato: 15:15
Temi caldi

Costruzioni: Fillea Cgil, con Durc di congruità a regime emersione per 2,1 mld euro

02 novembre 2021 | 14.26
LETTURA: 1 minuti

Su un valore stimato solo di evasione salariale e contributiva annua (senza effetti fiscali) nelle costruzioni pari a 3.9 miliardi di euro l’anno (dati Istat), con il Durc di congruità vi sarà a regime e a tassi di crescita costanti emersione totale per 2,1 miliardi di cui 1,6 miliardi per effetto di emersione di lavoro completamente irregolare e 570 milioni di emersione di lavoro parzialmente irregolare (sotto dichiarazioni, disapplicazione del contratto collettivo nazionale di lavoro edile). E' quanto emerge da una ricerca di Fillea Cgil, che Adnkronos/Labitalia ha potuto visionare, sugli effetti stimati a regime del Durc di congruità.

In termini di emersione di lavoratori, l’emersione stimata, spiegano dalla Fillea, è di circa 72 mila Fte (Full time equivalent), che potrebbero corrispondere anche ad un numero superiore di 'teste'.

La stima è inferiore al totale dell’economia irregolare complessiva in quanto le proiezioni sono basate su: la quantità di mercato dell’edilizia privata stimato irregolare, per piccoli lavori e lavori di importo inferiori ai 70 mila euro (ristrutturazioni interne, ecc.) che non ricadranno sotto il Durc di Congruità; un 30% di lavori edili privati anche di importi superiori ai 70 mila euro ma non soggetti a benefici fiscali, principalmente nel Sud Italia per non possibilità di accesso ai contributi; un 10% di economia illegale o di soggetti non regolarizzabili (lavoratori extra Ue, ecc.). Le stime sono state fatte, spiegano gli edili della Cgil, prendendo a riferimento anche i contesti dove il Durc di Congruità è già operativo da anni, con buoni risultati di emersione (in particolare nell’area del Centro Italia, soggetta a ricostruzione dopo il sisma del 2016).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza