cerca CERCA
Domenica 05 Dicembre 2021
Aggiornato: 21:37
Temi caldi

Covid, von der Leyen in autoisolamento

05 ottobre 2020 | 09.52
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Foto AFP

La presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen è in autoisolamento fino a domattina, dopo che è stata informata che una persona che è poi risultata positiva, ieri, al coronavirus Sars-CoV-2 ha partecipato ad un incontro cui ha preso parte anche lei, martedì scorso. Von der Leyen informa su un social network di essersi autoisolata. Giovedì è risultata negativa anche al secondo test Covid fatto stamani, dopo quello di giovedì scorso: ne dà notizia il portavoce capo Eric Mamer, su un social network. La presidente rimarrà comunque in autoisolamento fino alla fine della giornata di domani, per precauzione.

In Belgio le norme relative alla quarantena sono state modificate di recente. Secondo le autorità belghe sono state "semplificate", ma rimangono piuttosto complesse: una persona asintomatica che ha avuto un contatto ravvicinato con una persona positiva al Sars-CoV-2, come è il caso della presidente della Commissione, dal momento in cui ne viene a conoscenza si deve mettere immediatamente in quarantena per sette giorni, che decorrono a partire dall'ultimo giorno nel quale si è verificato il contatto. Questo solo nel caso in cui il contatto con la persona positiva sia stato "ravvicinato", specifica il sito governativo info-coronavirus.be.

Deve essere condotto poi un unico test, il quinto giorno: nel caso di von der Leyen avrebbe dovuto essere effettuato sabato, cosa che non è stata possibile perché la presidente ha saputo della positività della persona in questione solo ieri; ha comunque fatto un test il terzo giorno dal contatto, cioè giovedì. Se il test è positivo, la quarantena dura altri sette giorni (quindi 12 in totale, posto che il test venga fatto il quinto giorno); se invece è negativo, la quarantena termina il settimo giorno (domani nel caso della presidente, posto che il secondo test sia negativo).

Le regole per i sintomatici sono diverse: il paziente si deve isolare immediatamente per 7 giorni e prendere contatto con il medico, per essere testato il più rapidamente possibile. Se il test è positivo, la quarantena continua; se è negativo, il paziente può uscire dalla quarantena non appena la situazione clinica glielo permette. Le norme relative alla quarantena per chi ritorna dall'estero sono diverse, ma non è il caso di von der Leyen. Giovedì scorso, giorno in cui la presidente ha partecipato al Consiglio Europeo, che è poi proseguito anche venerdì, e giorno in cui ha avuto un bilaterale con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, la presidente ha fatto un test ed è risultata negativa.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza