cerca CERCA
Martedì 21 Settembre 2021
Aggiornato: 15:25
Temi caldi

Videogiochi

"Crea dipendenza", principe Harry contro Fortnite

04 aprile 2019 | 15.17
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Foto Afp)

"Fortnite crea dipendenza, non dovrebbe essere permesso". Il principe Harry boccia senza appello Fortnite, il videogioco che spopola tra teenager (e non) di tutto il mondo. Harry, come riferisce la Bbc, si è espresso in termini perentori durante un evento ad un centro giovanile nella zona sud di Londra.

"Quel gioco non dovrebbe essere permesso. Quale beneficio c'è quando lo fate entrare in casa? E' concepito per creare una dipendenza che vi tiene davanti al computer il più a lungo possibile. E' così irresponsabile", dice il duca di Sussex. "E' come aspettare che venga fatto un danno", aggiunge, facendo riferimento a "famiglie distrutte''.

Harry si è soffermato anche sugli eventuali danni che possono produrre i social media, potenzialmente in grado di dare "maggiore dipendenza rispetto all'alcol e alle droghe".

Fortnite è un fenomeno planetario che coinvolge giocatori di ogni età, tutti accomunati da un unico obiettivo: sopravvivere. Secondo la Bbc, i giocatori registrati in tutto il mondo sono circa 200 milioni. Il download è gratuito, ma i players possono effettuare acquisti durante il gioco, nel quale ci si può muovere individualmente o in team, formati non necessariamente da partner conosciuti.

Negli ultimi giorni, in Inghilterra ha fatto scalpore la prescrizione di un medico. Il dottor Amir Khan, volto noto dell'emittente Channel 5, ha disposto un periodo di 'astinenza' di 2 settimane da videogame come Fortnite o Minecraft.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza