cerca CERCA
Domenica 03 Luglio 2022
Aggiornato: 22:26
Temi caldi

Ferrara

Danni e scritte in ascensore, 75enne arrestato per stalking condominiale /Video

23 luglio 2015 | 15.49
LETTURA: 3 minuti

Sabotava l'hotel sotto casa perché infastidito dall'andirivieni dei clienti

Stalking condominiale. Questa l'accusa con cui la Squadra Mobile della Questura di Ferrara ha arrestato un 75enne ferrarese, incensurato, ritenuto responsabile di una serie di danneggiamenti ai danni dell'hotel che si trova un piano sotto la sua abitazione, in pieno centro a Ferrara. L'anziano avrebbe agito perché infastidito dal continuo andirivieni di avventori che frequentavano il bar annesso all'albergo.

L’uomo è accusato, tra l'altro, di ripetute manomissioni degli infissi e delle fotocellule di una porta a vetri scorrevole. In questo modo la titolare dell'hotel non aveva più i requisiti di sorvegliabilità previsti dalla legge per le strutture ricettive contigue a quelle private. Non solo. L'anziano avrebbe anche tracciato scritte con dei pennarelli sullo specchio interno dell’ascensore. Tra le frasi da lui vergate anche 'Attenzione qui c’è uno stalker'. 

Tra gli atti a lui ricondotti, inoltre, l'aver strappato continuamente fogli, affissi dalla titolare dell’hotel con su scritto 'bar aperto' oppure 'hotel al terzo piano'. Nell'opera di sabotaggio dell'esercizio, anche il tentativo di manomettere la porta d'accesso al palazzo al piano terra.

A seguito delle svariate denunce e segnalazioni dell'albergatrice, la polizia ha installato delle telecamere nascoste nei punti in cui avvenivano i principali danneggiamenti, scoprendo così l’autore delle persecuzioni. Il 75enne era, infatti, già stato denunciato in stato di libertà la scorsa settimana, ma ha continuato imperterrito fino a che, due giorni fa, per lui sono scattate le manette in flagranza di reato di atti persecutori. Gli atti di sabotaggio venivano commessi, quasi sempre, quando l'anziano usciva per portare fuori il cagnolino con cui viveva.

Durante la perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti i pennarelli, lo smalto nero ed il nastro isolante con cui nel tempo aveva commesso le sue azioni di disturbo. Ora è agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza