cerca CERCA
Giovedì 04 Marzo 2021
Aggiornato: 20:52
Temi caldi

Lavoro

Decreto ristori, presto nuovo round Catalfo-sindacati

15 gennaio 2021 | 15.53
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Adnkronos)

Ci sarà presto un nuovo incontro ad hoc tra Governo e parti sociali dedicato al prossimo Dl Ristori. E' il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, a quanto si apprende, ad averlo annunciato chiudendo il confronto di oggi con i sindacati. Dopo l'apertura confermata per quel che riguarda il rifinanziamento e dunque la proroga della Cig per Covid per altre 18 settimane, da differenziare per settori, Catalfo non si è invece espressa, secondo quanto riportano i presenti all'incontro, sulla possibilità che in parallelo alla cig ci possa essere una nuova proroga del blocco dei licenziamenti. Di questo dunque si potrebbe parlare nel prossimo incontro ancora non calendarizzato.

Ad essere stato invece inserito in agenda è il tavolo di confronto nel corso del quale dovrebbe entrare nel vivo la discussione sulla riforma degli ammortizzatori dopo che oggi il ministro ha illustrato a Cgil, Cisl e Uil le proposte messe a punto dalla Commissione di tecnici nominata dal governo.

Il documento messo a punto dalla Commissione infatti, avrebbe confermato il carattere universalistico degli ammortizzatori dedicati dunque a tutti i lavoratori di tutte le imprese di tutti i settori per l'integrazione del reddito in costanza di rapporto di lavoro per chi si trovasse in difficoltà a fronte di casi imprevisti o ristrutturazioni produttive. Un universalismo che, non significa uniformità, avrebbe spiegato Catalfo a Cgil Cisl e Uil, ma che prevederà "aliquote e costi differenziati" pur rimanendo comparabili per settori e dimensioni aziendali. Tra gli obiettivi anche quello di semplificare le procedure e rafforzare le tutele razionalizzando gli attuali strumenti di erogazione delle prestazioni ordinarie e straordinarie.

Un focus particolare è stato poi dedicato dai Commissari alla Cig e al massimale percepito dai lavoratori ritenuto anche da Catalfo "eccessivamente basso" : tra le proposte per ovviare al problema anche quella di un aumento del 10% dell'importo da portare comunque vicino a quello dell'assegno sociale. Tra le proposte anche un intervento sul contratto di solidarietà difensiva: l'ipotesi allo studio è di concedere agli imprenditori uno sconto contributivo e un calcolo della riduzione oraria su base mensile. Misura questa che potrebbe essere anticipata nel prossimo Dl Ristori.

Il documento tratteggia, avrebbe ancora detto Catalfo ai sindacati, anche un prossimo intervento sulla Dis.Coll: l'ipotesi è quella di estendere l'assegno di disoccupazione ai co.co.co e agli iscritti alle gestione separata Inps. Nel prossimo Dl Ristori troverà posto anche la proroga della Naspi mentre sarà dovrebbe essere affidato alla riforma il superamento del decalage previsto dalla legge.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza