cerca CERCA
Lunedì 24 Gennaio 2022
Aggiornato: 03:54
Temi caldi

Figli uccisi a Rebibbia, la mamma: "Sono in paradiso"

19 settembre 2018 | 18.09
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Foto Fotogramma) - FOTOGRAMMA

"Ora i miei angeli sono in paradiso". Sarebbero state queste le parole di Alice S., come riferisce all'Adnkronos l'avvocato Andrea Palmiero, legale della detenuta 33enne di origine tedesca che ha lanciato i due figlioletti per le scale. La bimba di pochi mesi, è morta sul colpo. Per il fratellino, ricoverato all'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, è stata accertata morte cerebrale e si sta valutando "la donazione degli organi".

La donna era in carcere da poco meno di un mese per spaccio di stupefacenti e in prigione non aveva dato segni di squilibrio mentale. "Credo che lei abbia vissuto la sua carcerazione come una doppia punizione" dice il legale. "Proprio ieri ero al Tribunale di Roma per discutere la scarcerazione. Probabilmente sarebbe uscita presto dal carcere".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza