cerca CERCA
Sabato 29 Gennaio 2022
Aggiornato: 02:51
Temi caldi

Moda: Dominella, sfilate Roma non invidiano quelle di Parigi

11 luglio 2014 | 16.35
LETTURA: 2 minuti

Investire sui giovani.

alternate text

"Roma non ha nulla da invidiare a Parigi e se le istituzioni offrissero maggiori sostegni la storica competizione con la couture francese sarebbe meno impari". Non ha dubbi Stefano Dominella, presidente di Gattinoni Couture, vicepresidente sezione Tessile abbigliamento e moda di Unindustria e direttore scientifico dell’istituto Modartech di Pontedera.

"L'alta moda sembra tanto distante -sottolinea- dalla vita di tutti i giorni, inarrivabile ed esclusiva. In realtà, è l'ambito di elezione per la sperimentazione e l'elaborazione delle avanguardie dello stile. Tutto il resto è produzione industriale, mercato e commercio. L’espressione stilistica più alta nella creazione degli abiti è l’alta moda, preziosa artigianalità che richiede estro, cultura e sacrificio, aggiornamento costante e curiosità, attenzione e umiltà. I ragazzi che si affacciano nel mondo della moda devono seguire con determinazione i propri sogni, alimentandoli con lo studio e le competenze, requisiti vincenti, uniti a quel pizzico di follia che la creatività, per la sua stessa natura, richiede. La moda deve ripartire dall’artigianalità".

E proprio per dare un segno tangibile alla volontà di investire sui giovani e dare nuova linfa a questo segmento, la maison Gattinoni ha istituito uno speciale premio dedicato ai giovani stilisti di scuole ed accademie di moda, il premio Fernanda Gattinoni. Mercoledì 16 luglio il debutto dell'iniziativa durante la sfilata dell’Accademia creazioni moda di Maria Maiani, in programma, nel calendario di AltaRoma. La giuria, presieduta da Stefano Dominella, assegnerà il prestigioso riconoscimento a uno dei 24 giovani allievi che dovranno realizzare 37 abiti ispirati dalle tendenze degli anni a cavallo tra il Quaranta e Cinquanta.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza