cerca CERCA
Lunedì 20 Settembre 2021
Aggiornato: 15:52
Temi caldi

Emilia Romagna: a S.Patrignano primi diplomati in 'Parenting Program'

13 ottobre 2016 | 13.31
LETTURA: 3 minuti

alternate text

La vicepresidente della Regione Emilia-Romagna, Elisabetta Gualmini, ha consegnato oggi nella comunità di S.Patrignano i diplomi di partecipazione al primo gruppo di operatori che hanno concluso il corso sul Parenting Program, un metodo di formazione mirata ad intervenire sui maltrattamenti fisici ed emotivi e sulla trascuratezza di figli di genitori con problemi di tossicodipendenza.

Il fenomeno della violenza sui minori investe molti aspetti: quelli fisici, morali, psicologici e sessuali sono gli aspetti più problematici. Il maltrattamento e la trascuratezza possono provocare nei bambini gravi conseguenze quali la depressione, disturbi d’ansia, alimentari, disfunzioni sessuali, della personalità e, crescendo, abuso di sostanze stupefacenti.

Ad esserne vittima sono spesso i figli di genitori con problemi di tossicodipendenza, come ha sottolineato il terapeuta Antonio Boschini, della comunità di San Patrignano, intervenuto nell’ambito della 9° edizione di Wefree days, l’evento che la Comunità di recupero di tossicodipendenti, che ha sede a Coriano, nel riminese, dedica ogni anno alle tematiche relative all’abuso di droghe e al disagio giovanile.

“Siamo contenti- ha dichiarato Gualmini- che si stiano moltiplicando le iniziative di prevenzione della conflittualità familiare. I casi stanno crescendo molto in regione: dalle coppie che non possono separarsi per motivi economici, ai genitori soli, ai minori con problemi di dipendenza. A San Patrignano abbiamo incontrato i genitori che a loro volta hanno avuto o hanno problemi con la droga e che devono essere aiutati a sostenere ed educare i figli. La formazione di operatori che possano lavorare con questi nuclei familiari, la diffusione della mediazione familiare in tutte le sue forme e la collaborazione tra servizi socio sanitari ed Enti locali sono tutti strumenti che vanno nella direzione giusta”.

Dopo la cerimonia, Gualmini è proseguita ha visitato la struttura educativa per i bambini della Comunità “La Chiocciola”.

Il corso per operatore Parenting Program è il primo organizzato in Italia nell’ambito del progetto Fighting abuse: drugs-free happy families, iniziativa studiata e sostenuta in collaborazione con la UBS Optimus Foundation e indirizzata a un target specifico, composto da genitori tossicodipendenti che stanno affrontando un percorso di recupero a San Patrignano. Dei genitori residenti a San Patrignano, gran parte ha i figli che vivono fuori dalla comunità, affidati al compagno o alla compagna o a un familiare, altri, invece, vivono all’interno della struttura con i propri figli.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza