cerca CERCA
Giovedì 29 Luglio 2021
Aggiornato: 20:31
Temi caldi

Eni, Descalzi: "Impegnati alla completa neutralità carbonica entro 2050"

08 maggio 2021 | 13.08
LETTURA: 2 minuti

"Maggiore focalizzazione su sviluppo capacità rinnovabili e biocarburanti"

alternate text
(Fotogramma)

"Il prevenire e mitigare i cambiamenti climatici, guidando la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio è uno fra i fattori più determinanti nella creazione di valore di medio-lungo periodo. La consapevolezza della rilevanza dei fattori Esg è cresciuta negli ultimi anni e numerose sono state le iniziative realizzate per favorire l’integrazione di queste tematiche nelle strategie di business delle imprese. La strategia di transizione di Eni per diventare una società energetica integrata che fornisce al mercato una vasta gamma di prodotti energetici interamente decarbonizzati va proprio in questa direzione. Il nostro impegno alla completa neutralità carbonica entro il 2050 è in linea con le riduzioni richieste dall’Accordo di Parigi per limitare l’aumento della temperatura a 1.5°C entro la fine del secolo". Ad affermarlo è l'ad di Eni, Claudio Descalzi nel messaggio pubblicato sul sito del gruppo in vista dell'Assemblea degli azionisti del 12 maggio.

"Nonostante le enormi sfide legate alla pandemia, gli investimenti previsti nel piano 2021-2024 - sottolinea Descalzi - confermano l’impegno di Eni in questa direzione, prevedendo un aumento della componente legata alla decarbonizzazione ed allo sviluppo dei business green e retail che ora costituiscono il 20% dell’intera manovra, in un contesto di riduzione generale degli investimenti".

"Eni, le sue persone e il Consiglio di Amministrazione - rileva l'ad del gruppo - hanno già compiuto numerosi passi nel percorso verso un mondo decarbonizzato ed intendiamo continuare a cogliere le opportunità create dalla transizione verso la completa neutralità carbonica, creando valore per tutti i nostri stakeholder".

"Il piano di Eni è concreto, dettagliato ed economicamente sostenibile - sottolinea Descalzi - Fa leva su tecnologie proprietarie, sull'integrazione, la diversificazione e l'espansione delle attività retail gas&power e rinnovabili, i prodotti-bio e l'economia circolare. Prevede inoltre una crescente quota di gas nel portafoglio produttivo, dall'attuale 50% al 60% entro il 2030 e oltre il 90% entro il 2050".

Allo stesso tempo, aggiunge l'ad, "ci impegniamo a decarbonizzare tutti i business, sia continuando ad investire in efficienza energetica che ricorrendo a tecnologie di cattura e stoccaggio o utilizzo della CO2 (Ccs, Ccus). Ulteriori soluzioni di stoccaggio naturale (progetti forestry Redd+) compenseranno le emissioni ancora difficili da abbattere con le attuali tecnologie".

Un elemento cardine della strategia, sottolinea Descalzi, "sarà la maggiore focalizzazione sullo sviluppo di capacità da fonti rinnovabili e biocarburanti e la fusione dei nostri business delle energie rinnovabili e del retail gas&power, con l’obiettivo di sfruttare appieno le sinergie e passare dagli attuali 10 milioni di clienti a 15 milioni di clienti e 15 GW di capacità rinnovabile al 2030".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza