cerca CERCA
Mercoledì 29 Settembre 2021
Aggiornato: 00:01
Temi caldi

Cinema

"Ero andato troppo in là", Brad Pitt e i 18 mesi agli Alcolisti Anonimi

05 settembre 2019 | 15.15
LETTURA: 2 minuti

L'attore si è raccontato al New York Times

alternate text
(Foto Afp) - AFP

Una separazione dolorosa e, secondo molti tabloid, burrascosa. Che non lo ha aiutato con un problema, l'alcool, non nuovo. "Non ricordo un solo giorno, dopo la fine del college, in cui io non abbia bevuto alcol o fumato marijuana. Oggi sono contento di aver chiuso con tutto questo: da sei mesi non tocco nulla", aveva ammesso Brad Pitt con GQ nella sua prima intervista dopo il divorzio nel 2017. Ora, al New York Times, il divo hollywoodiano "cresciuto con l'idea di dover essere capace, forte e di non mostrare mai debolezze", ha aggiunto qualche particolare in più su ciò che è accaduto nei mesi successivi al divorzio da Angelina Jolie in cui le sue dipendenze avevano giocato un ruolo importante: per un anno e mezzo ha frequentato gli Alcolisti Anonimi. "Ero andato troppo oltre, quindi ho affrontato la mia dipendenza dal bere", ha raccontato.

Il suo gruppo di recupero era composto interamente da uomini e Pitt era commosso dalla loro vulnerabilità: "Avevo tutti questi uomini seduti attorno, pronti a essere aperti e onesti in un modo che non avevo mai sentito. Era uno spazio sicuro in cui non mi sentivo giudicato e quindi non mi giudicavo io stesso". "Il punto è che tutti ci portiamo dietro dei dolori e delle perdite - ha sottolineato l'attore - Trascorriamo la maggior parte del tempo a nasconderlo, ma sono lì, dentro di te. Bisogna aprire quelle scatole".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza