cerca CERCA
Giovedì 09 Dicembre 2021
Aggiornato: 12:36
Temi caldi

Expo: dall’Irpinia mosaico di tradizione, cultura e spettacolo

08 maggio 2015 | 10.58
LETTURA: 3 minuti

Ben 160 eventi tra concerti, incontri, seminari e performance, dove l’alta cucina si alternerà allo spettacolo, lo sport alla cultura, i prodotti alla ricerca

alternate text

Si è conclusa positivamente la partecipazione irpina a Tutto Food, uno degli appuntamenti principali nel calendario delle manifestazioni agroalimentari nazionali. Con il claim 'Irpinia, il sud a colori', la Camera di commercio di Avellino ha presentato una selezione di 24 aziende: dai vini ai salumi, dalla pasta artigianale ai dolci, dalle conserve all’extravergine, lo spazio irpino ha consentito ai visitatori una vera e propria full immersion nel giacimento enogastronomico di questo bellissimo territorio.

Nel frattempo, è partita la tanto attesa avventura Expo 2015 che per tre mesi vedrà la Camera di commercio di Avellino impegnata nel suggestivo spazio espositivo denominato Piazza Irpinia, con un programma ricco e variegato (fino al 31 luglio): ben 160 eventi tra concerti, incontri, seminari e performance, dove l’alta cucina si alternerà allo spettacolo, lo sport alla cultura, i prodotti alla ricerca; 29 Comuni coinvolti, 21 partner, 10 Università.

“Un mosaico di tradizioni, storia e progresso - spiega Costantino Capone, presidente della Camera di commercio di Avellino - per raccontare un territorio che non vanta soltanto un importante paniere agroalimentare ma anche luoghi di grande bellezza, con un network di realtà imprenditoriali in grado di esprimere al meglio i valori della nostra terra”.

Il tutto arricchito dalla presenza di personaggi del mondo della cultura, dell’arte, dello spettacolo. Personalità come il giudice emerito della Corte Costituzionale Sabino Cassese, il fisico e scienziato Antonino Zichichi, l’oncologo Cesare Gridelli. Ma anche star del mondo dello spettacolo come Vinicio Capossela, Michele Placido, Marisa Laurito, Alessandro Preziosi, Daniele Bossari e tanti altri. Con il plus di una colonna sonora ispirata all’Irpinia, creata e interpretata dal premio Oscar Luis Bacalov. Senza dimenticare lo sport, con la partecipazione delle squadre di calcio e di basket di Avellino. E con i 4 elementi - acqua, aria, terra, fuoco - a fare da fil rouge tra i vari momenti.

Partenza con un focus sul concetto di 'glocal' che ha visto come protagonista l’Oleificio Basso Fedele e figli e un’azienda vitivinicola di culto come Villa Raiano, con degustazione e show cooking alla presenza di un folto pubblico di buyers, distributori e appassionati. E c’è attesa per l’appuntamento di oggi, venerdì 8, quando Piazza Irpinia accoglierà un ospite d’eccezione come Antonino Zichichi, scienziato di fama mondiale, il quale, su invito del Centro europeo di studi normanni, condurrà i presenti in un affascinante viaggio nell’utilizzo della scienza nella vita di tutti i giorni.

“Siamo partiti con il piede giusto - conclude Capone - e proseguiremo con un programma di altissimo profilo. Abbiamo la precisa consapevolezza di come Expo 2015 costituisca la più grande vetrina mondiale che si potesse offrire alle nostre eccellenze. E noi saremo presenti con l’Irpinia che funziona, con la forza delle sue tradizioni e la passione dei giovani, con i suoi grandi prodotti e le sue bellezze. Cercheremo di trasmettere a chi verrà a trovarci il calore della nostra gente, la bellezza unica del nostro territorio”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza