cerca CERCA
Martedì 15 Giugno 2021
Aggiornato: 02:18
Temi caldi

Fase 2, Germania pronta a riaprire confini

13 maggio 2020 | 12.53
LETTURA: 2 minuti

I primi a riaprire saranno quelli con il Lussemburgo. Con Francia, Svizzera e Austria dal 15 giugno

alternate text
(Foto Fotogramma)

Il governo tedesco ha approvato misure di allentamento progressivo dei controlli alle frontiere del paese. Ad annunciarlo formalmente è stato il ministro dell'Interno del governo di Berlino, Horst Seehofer. I confini con il Lussemburgo saranno i primi a riaprire, dopo la decisione di non estendere i controlli oltre venerdì. Ora sono in corso colloqui con la Danimarca "una volta che il governo di Copenaghen avrà chiuso le consultazioni che ha avviato con i vicini".

In accordo con Francia, Svizzera e Austria, il governo di Berlino ha deciso di protrarre i controlli alle frontiere - che inizialmente si sarebbero dovuti concludere questo fine settimana - fino a metà giugno .

Dal 15 giugno però prevedono di ristabilire la libera circolazione alla loro comune frontiera chiusa da metà marzo.

Dal 15 maggio entrerà intanto in vigore un allentamento delle condizioni previste per il passaggio tra Austria e Germania. Questo permetterà i viaggi d'affari e le visite familiari, ha aggiunto la ministra, spiegando che la cancelliera tedesca Angela Merkel e il cancelliere austriaco Sebastian Kurz hanno discusso di questo ieri e si sono accordati "su un'apertura progressiva" della loro frontiera comune.

Attualmente sono in corso contatti per decidere se allargare i permessi di passaggio ad altre categorie oltre a quelle finora previste, trasporti merci, pendolari e professionisti del mondo medico-sanitario. Se la decisione di allentare i confini alle frontiere è nelle mani di ciascuno stato membro dell'Ue, ha sottolineato Seehofer, queste decisioni acquisiscono significato solo se prese in coordinamento con i paesi vicini.

In prospettiva la Germania riaprirà tutti i suoi posti di frontiera mantenendo i controlli che poi verranno gradualmente allentati ed affidati alla polizia federale con verifiche a campione e non sistematiche. I piani, ha concluso, sono naturalmente legati all'andamento dell'epidemia.

La Svizzera dal canto suo, annunciando la riapertura dei confini con la Germania e l'Austria, non ha invece detto nulla per quanto riguarda Francia e Italia.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza