Cerca

La radio, gli amori e l'integrazione: debutta la web serie 'Welcome to Italy'

Da domani su Youtube otto episodi, diretti da Terry Paternoster, con protagonisti i nuovi italiani e le vicende di una radio indipendente

CRONACA
La radio, gli amori e l'integrazione: debutta la web serie 'Welcome to Italy'

Uno dei protagonisti di 'Welcome to Italy'

L'integrazione vissuta da un gruppo di giovani stranieri che cercano di difendere con le unghie e i denti una radio indipendente. Intorno, gli amori e altri conflitti. E' questa la trama della nuova web serie 'Welcome to Italy' da domani su Youtube: otto episodi (ciascuno dura 10 minuti) che hanno come protagonisti i nuovi italiani, la loro difficile lotta per i diritti, le contraddizioni e i pregiudizi tra cui vivono. Ideatrice e regista della serie è Terry Paternoster, al suo debutto sullo schermo. Sette gli sceneggiatori: Donatella Altieri, Andrea Beluto, Andrea Cancellario, Federico Cervigni, Anna Moretti, Terry Paternoster e Antonio Riscetti.


Raccontata con umorismo pungente e tanta poesia, 'Welcome to Italy' è la storia di un gruppo di ragazzi stranieri che gestisce a Roma una radio indipendente, Radio Baobab, sotto l'incombente minaccia di chiusura: il terreno su cui sorge la loro Radio (ottenuto in comodato d'uso comunale) è nel mirino di alcuni speculatori che vorrebbero demolire tutto per costruire un parcheggio a pagamento. Ma estirpare le radici di un Baobab non sarà facile.

'Welcome to Italy' segue le vicende personali dei giovani protagonisti, raccontando i loro amori e i loro conflitti, sempre avvitati attorno al destino della radio, che hanno deciso di difendere con le unghie e con i denti. Tra petizioni, provocazioni, minacce e atti mediatici, Radio Baobab cercherà di mantenere solide le sue radici, come il grande albero che la rappresenta, e per i 'nostri' ci sarà spazio per piccole ma significative vittorie, e mille riflessioni sull’identità che ciascuno si porta dentro: tutti con le proprie radici ma anche in cerca di terreno fertile per piantarne di nuove.

Il cast: Emanuel Caserio è Giorgio (Italia), Irma Carolina Di Monte è Milagros (Sud America), Maziar Firouzi è Bashir (Iran), Daniele Monterosi è Assad (Palestina), Amin Nour è Jamal (Eritrea), Ania Rizzi Bogdan è Luba (Ucraina), Benjamin Vasquez Barcellano jr è Jeffrey (Filippine). Con la partecipazione straordinaria del rapper Amir Issaa. La produzione è stata curata da Etnos 2009, con la coproduzione di Daniel Zagghay (ideatore del progetto) e la produzione esecutiva di Intergea.

Radio Baobab, secondo la regista Terry Paternoster, "è una metafora di libertà con cui desideriamo dar voce a chi come noi cerca un terreno fertile, per piantare nuove radici, in una società multietnica e multiculturale. La storia che raccontiamo - continua - nasce proprio all'interno della nostra attuale residenza artistica, il Centro Policulturale di via Cupa, e deriva dall'esperienza diretta vissuta nei centri sociali, dalla voglia di raccontare a tutti cosa vuol dire gestire, con fantasia e con entusiasmo, uno spazio che poi, per varie ragioni, ti viene tolto. Un'esperienza che in Italia è condivisa da molti giovani in cerca di futuro".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.