Milano, sulla Darsena arriva Jellyfish, la serra galleggiante per coltivare senza terra

CRONACA
Milano, sulla Darsena arriva Jellyfish, la serra galleggiante per coltivare senza terra

Jellyfish, il progetto italiano di serra galleggiante sulla Darsena

In Darsena arriva Jellyfish. Una serra galleggiante con frutta e verdura coltivati senza terra, alimentata solo da acqua ed energia solare. Il progetto, tutto italiano, è stato presentato oggi dall'assessore Cristina Tajani e da Marco Gualtieri, presidente e ideatore di Milano Cucina e di Seeds&Chips.


Jellyfish è una serra modulare di 70 mq capace di dissalare l'acqua necessaria alle piante, con una produzione fino a 150 litri al giorno di acqua dolce e pulita. Alimentato da un innovativo sistema idroponico, il prototipo consente di coltivare gli ortaggi preservando risorse preziose, l'acqua e la terra. "Un progetto - ha detto Tajani - che interpreta al meglio i contenuti di Expo 2015 poiché dimostra come un nuovo modo di coltivare e produrre sia possibile grazie all’utilizzo intelligente dell’energia solare e all’impiego delle moderne tecniche".

Una singola serra può fornire cibo a due nuclei familiari, se si affiancano vari moduli si possono creare delle autentiche "fattorie del mare", spiegano gli ideatori. "Jellyfish Barge è una soluzione per i territori desertici costieri e per le zone con fiumi e laghi inquinati, ma è anche ideale per le aree metropolitane, sempre più popolose". Un progetto che guarda al futuro e al problema della sostenibilità alimentare, una delle sfide più importanti dei prossimi anni. Da oggi fino al 31 ottobre la serra galleggiante sarà visitabile tutti i giorni dalle ore 14 alle 19.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.