Agrigento, stop a erogazione dell'acqua: "Valori batteriologici non conformi"

CRONACA
Agrigento, stop a erogazione dell'acqua: Valori batteriologici non conformi

Dopo Messina e Gela, l'emergenza idrica in Sicilia arriva anche in provincia di Agrigento, dove la Girgenti Acque ha stabilito "in via precauzionale" lo stop all'erogazione a causa "di valori batteriologici non conformi ai parametri stabiliti dalla legge". L'emergenza riguarda i comuni di Ravanusa, Campobello di Licata, Canicattì e Agrigento, ovvero quelli in cui l'acqua viene distribuita da Girgenti Acque attraverso le condotte del Fanaco di proprietà di Siciliacque.


"Una volta conosciuti gli esiti dei suddetti campionamenti - scrive Girgenti Acque - si provvederà a richiedere la riattivazione della fornitura idrica".

Il Cdm di domani dovrebbe dichiarare lo stato di emergenza per diverse situazioni critiche nel Sud. Tra queste, oltre a quelle di Reggio Calabria e del Sannio, anche quella di Messina, da giorni in emergenza per la mancanza dell'acqua.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.