Cerca

Solidarietà al tabaccaio, duemila in piazza

CRONACA
Solidarietà al tabaccaio, duemila in piazza

(AdnKronos)

Circa un migliaio di persone sono scese in piazza a Pavone Canavese per esprimere solidarietà al tabaccaio, Marcellino Franco Iachi Bonvin che nella notte tra giovedì e venerdì scorso, sentiti i ladri nel suo negozio, ha sparato e ucciso un 24enne moldavo. Con le fiaccole in mano, hanno sfilato dietro a uno striscione che recita: ‘Siamo tutti Franco!’.

Chi ha partecipato alla fiaccolata è sceso in piazza perché conosce il tabaccaio da tanti anni, è vicino di casa, amico o semplice cliente. Quello che è certo è che tutti coloro che hanno sfilato considerano il tabaccaio una persona perbene e quindi, comunque, in qualche modo, con sfumature diverse, dicono di comprendere che la notte tra giovedì e venerdì, sentiti i ladri entrare nella sua tabaccheria, possa aver preso la pistola e sparato uccidendo uno dei ladri, un moldavo di 24 anni.


"Lo conosco da più di 50anni, lui è tutta la sua famiglia sono persone perbene", dice Ida tenendo tra le mani un lenzuolo bianco con a scritta 'Siamo tutti Iachi'. E se avesse sparato dal balcone? chiedono i cronisti. "Questo non lo so, non posso dire, spetta alla polizia fare luce su quello che è accaduto, in ogni caso credo che dopo sette rapine chiunque sarebbe esasperato".

"E' una persona fantastica e credo nella sua innocenza. Non mi sento di giudicare -aggiunge Nilde- nel momento in cui si ha paura non si può dire come una persona reagisce". "Ha sparato a una persona che rubava a casa sua - fa eco Massimo - era esasperato dopo tante rapine subite". Al termine della fiaccolata uno dei partecipanti ha esposto il cartello 'La difesa è sempre legittima!!', raccogliendo gli applausi dei presenti. Il tabaccaio è indagato per eccesso colposo di legittima difesa e al momento davanti ai pm si è avvalso della facoltà di non rispondere



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.