Cerca

Coronavirus, Centro Studi Borgogna lancia raccolta fondi in per Progetto Arca Onlus

CRONACA
Coronavirus, Centro Studi Borgogna lancia raccolta fondi in per Progetto Arca Onlus

Il Centro Studi Borgogna, Associazione Culturale milanese fondata nel 2017 dall’avvocato Fabrizio Ventimiglia, in relazione alla grave emergenza sanitaria di queste drammatiche settimane, ha deciso di promuovere una raccolta fondi in favore di Fondazione Progetto Arca Onlus, impegnata da anni in prima linea nell’assistenza agli homeless in tutta Italia. “Lo scopo dell’iniziativa è quello di aiutare i casi più disperati, più disagiati, della realtà cittadina, aiutando tutte quelle persone che purtroppo non dispongono di una abitazione dove porsi al riparo dal rischio di contagio” dichiara Ventimiglia.


"Le donazioni che raccoglieremo - spiega - saranno quindi interamente devolute alla Fondazione per aiutare a garantire i servizi di assistenza e accoglienza per persone senza dimora e famiglie a rischio povertà, nel pieno rispetto delle indicazioni del Governo mirate a ridurre la diffusione del contagio da COVID-19. Ad oggi, infatti, Progetto Arca garantisce aiuto e sostegno a circa 600 persone senza dimora in strada nelle città di Milano, Roma e Napoli e circa 1.000 persone nelle strutture di accoglienza milanesi".

"Per poter continuare dunque a garantire le attività di aiuto nelle prossime due settimane Progetto Arca avrà bisogno di raccogliere quantomeno 15.000 euro, che nello specifico serviranno per l’approvvigionamento di: 22.000 Guanti sterili monouso; 15.200 Mascherine protettive; 6.000 Gel Disinfettante 50 ML; 300 Camici monouso; 285 Tute monouso; 236 Litri di disinfettante. La raccolta fondi contribuirà inoltre a rifornire i magazzini e i Social Market di Rozzano e Bacoli di nuovi presidi sanitari; potenziare gli interventi delle Unità di strada di Milano, Roma e Napoli; attivare immediatamente un camper che monitori le strade di Milano e distribuisca i presidi sanitari alle persone che non hanno una casa in cui stare al sicuro; aumentare il numero di pacchi viveri che ogni mese vengono consegnati a famiglie e anziani poveri inserendo, oltre a generi alimentari di prima necessità, anche guanti, mascherine e gel disinfettante".

"Come Centro Studi Borgogna - spiega l'associazione - siamo in costante contatto con la Fondazione Progetto Arca Onlus, con cui collaboreremo anche nelle prossime settimane per raggiungere gli obiettivi di questa raccolta".

“Si moltiplicano in queste ore le iniziative benefiche in favore degli Ospedali in prima linea contro questa emergenza; ricordiamo nei giorni scorsi l’apertura di conti correnti dedicati da parte del Comune di Milano e di Regione Lombardia, che abbiamo già provveduto a diffondere tra tutti i nostri associati e sui social del Centro Studi Borgogna, con pieno senso civico; al contempo, per raccogliere l’invito delle Istituzioni al grido di #restiamotuttiacasa , rivolgiamo un appello a tutti voi per aiutare quelli che NON hanno una casa, sostenendo la Fondazione Arca che da decenni si prende cura degli homeless. Nelle difficoltà viene fuori il meglio di noi ed insieme possiamo – e dobbiamo! - fare la differenza in un momento così drammatico. Diamo quindi il nostro contributo e sosteniamo chi protegge i più deboli, operando quotidianamente tra mille difficoltà”, conclude l’Avvocato Ventimiglia.

"Qualsiasi donazione (bastano pochi euro, da un minimo di 5 in su) sarà utile al raggiungimento del nostro scopo!", è l'invito dell'associazione, che rinvia, per le donazioni con carta di credito, al link https://gf.me/u/xqx2by di "GoFundMe, Progetto MA CHI UNA CASA NON CE L’HA? Proteggiamoli!". Per il versamento sul conto appositamente creato per questa emergenza, invece: Banca Sella Centro Studi Borgogna – Emergenza COVID19; ABI: 03268 CAB:01600; CIN: Q; Codice SWIFT:SELBIT2BXXX; C/C: 7052170842570; IBAN: IT24Q0326801600052170842570; Causale: RACCOLTA FONDI COVID19.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.