Cerca

Un ammiraglio a caccia di trafficanti del mare: al via la missione del 'Conrad' contro la pesca illegale

De Giorgi: 'la missione è proteggere tutta la fauna marina dalla pesca effettuata contro le regole'

CRONACA
Un ammiraglio a caccia di trafficanti del mare: al via la missione del 'Conrad' contro la pesca illegale

Un ammiraglio contro i pescatori clandestini: fermare la pesca illegale non regolamentata, documentarne le azioni non consentite e intervenire prontamente è la missione di “Conrad”, catamarano di 17 metri che sarà la base della nuova operazione nell’arcipelago delle Isole Eolie. La nave, con cui la Ong Sea Shepherd solcherà il Mediterraneo, partirà dunque per lottare contro la pesca illegale nei mari italiani.


Un progetto, nato nel 2019, ripreso e perfezionato durante il periodo della quarantena che si inserisce all’interno dell’Operazione Siso. La nave “Conrad”, insieme al leader della campagna Andrea Morello, vedrà al comando anche l'ex Capo di Stato della Marina militare Ammiraglio Giuseppe De Giorgi.

“La missione è precisa: proteggere tutta la fauna marina dalla pesca effettuata contro le regole – commenta all’Adnkronos lo stesso Ammiraglio De Giorgi – andremo a caccia degli apparati clandestini, illegali. Quelli che usano lunghi cavi di nylon sui quali vengono anche applicati oggetti contundenti che, trovando ambienti favorevoli, pescano in quantità eccessiva".

Ed ancora, aggiunge l'Ammiraglio De Giorgi, "contrasteremo l’utilizzo dei Fishing Aggregating Devices illegali, comunemente conosciuti come cannizzi, utilizzati per la cattura delle lampughe, dei pesci spada e delle ricciole ancora giovanissime. Oltre all’illegalità degli strumenti stessi e degli scopi per cui vengono utilizzati, tali oggetti rappresentano la maggiore fonte di inquinamento da plastica connesso alla pesca illegale".

Imbarcazioni clandestine proibite dalla legge. “Esattamente - spiega de Giorgi - andremo a scovare le spadare, ossia le enormi reti lunghe km che uccidono delfini, squali e balene che ne restano intrappolate". A Nave Conrad è stato applicato un severo protocollo per il contrasto del covid. “Abbiamo adottato tutte le procedure necessarie, fatto tamponi, indosseremo le mascherine. L’obiettivo è dichiarato: rimuovere il maggior numero possibile di questi pescatori clandestini che utilizzano metodi illegali".

Tutto pronto, dunque, per partire. "Sarà una lunga e intensa missione, salperò il 12 ottobre da comandante della Conrad, la prima nave di soccorso che batte bandiera italiana”.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.