Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Iran, precipita aereo ucraino dopo il decollo: 176 morti

ESTERI
Iran, precipita aereo ucraino dopo il decollo: 176 morti

(Afp)

Sono tutte morte le persone a bordo di un aereo ucraino che questa mattina è precipitato a Teheran subito dopo il decollo. Lo ha confermato un portavoce della Mezzaluna islamica alla televisione iraniana. A bordo del Boeing 737 vi erano 176 persone. Secondo i media russi l'aereo dell'Ukraine International Airlines era partito alle 5 del mattino ora locale da Teheran diretto a Kiev. E' precipitato subito dopo il decollo in un campo alla periferia della capitale iraniana. Le autorità iraniane hanno indicato un guasto tecnico come causa dell'incidente.


"Una commissione chiarirà le informazioni sulle cause del disastro aereo" si legge nella nuova dichiarazione postata dall'ambasciata ucraina a Teheran sul suo sito. "Ogni dichiarazione sulle cause dell'incidente prima delle conclusione della commissione non è ufficiale". La nuova nota dell'ambasciata è arrivata dopo che il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha annunciato l'avvio di un'inchiesta da parte procuratore generale ucraino e la creazione di una commissione d'inchiesta. "Dobbiamo indagare tutte le possibili versioni" degli eventi, ha affermato esortando tutti ad evitare di diffondere "speculazioni e versioni non verificate" riguardo alle cause dell'incidente. "Fino a quando l'inchiesta ufficiale non sarà conclusa, citare ogni versione sarà una manipolazione", gli ha fatto eco il primo ministro, Oleksiy Honcharuk, sottolineando che l'inchiesta principale verrà condotta sul luogo del disastro aereo.

A fare maggiore chiarezza sull'incidente saranno gli esperti iraniani chiamati a esaminare, riferisce l'agenzia Dpa, le due scatole nere ritrovate. La televisione di Stato iraniana ha citato un funzionario iraniano secondo cui entrambe le scatole nere sono danneggiate, ma non dovrebbero esserci problemi per il recupero dei dati. Secondo il Guardian, l'Iran si rifiuta di consegnare la scatola nera alla Boeing.

Il primo ministro ucraino, Aleksey Goncharuk, ha confermato che a bordo vi erano 167 passeggeri e nove membri dell'equipaggio, tutti morti nello schianto. Le autorità ucraine hanno riferito che vi erano 11 cittadini ucraini, nove membri dell'equipaggio e due passeggeri, a bordo dell'aereo dell'Ukraine International Airlines. La maggioranza delle vittime era di nazionalità iraniana, 82, e canadese, 63, riporta la Cnn. Tra le vittime anche tre cittadini tedeschi, ha confermato con un tweet il ministro degli Esteri ucraino, Vadym Prystaiko. Secondo l'Ufficio del governatore di Teheran per la gestione delle emergenze erano 140 i passeggeri iraniani. Lo sostiene l'agenzia di stampa Irna. Le autorità iraniane non riconoscono la doppia cittadinanza.

Intanto, la US Federal Aviation Administration ha vietato a tutti i voli commerciali di entrare nello spazio aereo iraniano ed iracheno dopo il lancio di missili contro le basi militari Usa in Iraq, sottolineando il "rischio" di "possibili errori di calcolo e di identificazione" in caso di lancio di missili.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.