Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Covid, negli Usa corsia accelerata per due candidati vaccini

ESTERI
Covid, negli Usa corsia accelerata per due candidati vaccini

Afp

Revisione accelerata da parte della Food and Drug Administration (Fda) Usa per due candidati vaccini anti-Covid a base di mRna. A darne notizia sono Pfizer e BioNTech, che stanno sviluppando insieme questi prodotti. Lo studio globale di sicurezza ed efficacia di Fase 2b/3 potrebbe iniziare già entro questo mese, fanno sapere le due aziende. Bnt162b1 e Bnt162b2, in sviluppo contro Sars-CoV-2, hanno dunque ricevuto la designazione 'Fast Track' della Fda, un percorso mirato a facilitare lo sviluppo e accelerare la revisione di nuovi farmaci e vaccini. Bnt162b1 e Bnt162b2 sono i due candidati vaccinali più avanzati all'interno del programma Bnt162.


La designazione è stata concessa proprio sulla base dei dati preliminari di studi di fase 1/2 in corso negli Stati Uniti e in Germania, nonché da studi di immunogenicità sugli animali. Il programma Bnt162 sta valutando almeno quattro vaccini sperimentali, ognuno dei quali rappresenta una combinazione unica di formato mRna e antigene bersaglio.

"La decisione della Fda di concedere a questi due candidati vaccini il Fast Track ha rappresentato un'importante pietra miliare negli sforzi per sviluppare un vaccino sicuro ed efficace contro Sars-Cov-2", ha affermato Peter Honig, Senior Vice President, Global Regulatory Affairs, Pfizer. "Non vediamo l'ora di continuare a lavorare a stretto contatto con la Fda nello sviluppo clinico di questo programma per valutare la sicurezza e l'efficacia di questi candidati vaccini".

Le due società prevedono di iniziare una sperimentazione di Fase 2b/3 entro questo mese e prevedono di arruolare fino a 30.000 volontari. Se gli studi in corso avranno esito positivo e il candidato vaccino sarà approvato, le aziende prevedono di produrre fino a 100 milioni di dosi entro la fine del 2020 e potenzialmente oltre 1,2 miliardi di dosi entro la fine del 2021.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.