Cerca

Renzi: "Fallito tentativo doppia spallata al governo, avanti fino al 2018 per l'Italia"

POLITICA

"Il tentativo da destra e sinistra di dare una doppia spallata al governo è fallito: Salvini voleva il blocco del Paese, la sinistra la bocciatura delle riforme. Ma le riforme hanno funzionato, il Paese e' ripartito. Ora lavoriamo per l'Italia fino al 2018". Lo ha detto il premier Matteo Renzi sul volo di rientro da Riyadh a Roma.

"Basta con chi vuole solo insultare e bloccare il Paese, noi rimettiamo l'Italia al suo posto nel mondo", ha detto Renzi a margine di una cerimonia nella capitale dell'Arabia Saudita, per l'inaugurazione dell'ultimo tratto della metropolitana, realizzata dalle imprese italiane. (Foto)

"È molto significativo che l'Italia sia vista come un Paese non solo dove andare a fare una vacanza ogni tanto ma come un Paese capace di offrire gradi opportunità", ha aggiunto il premier. "Lo sforzo del governo è quello di rimettere l'italia nel suo posto nel mondo", ha detto Renzi sottolineando: "Quello che davvero importa agli italiani è che le cose tornino a funzionare"."Il tratto più importante e più lungo della metropolitana, lungo 42 chilometri, come una maratona, realizzato dalla tecnologia italiana, da imprese italiane, la Salini e Impregilo. Qui ci rendiamo conto di come l'ingegneria e la qualità italiana siano punto di riferimento fortissimo nel mondo", ha aggiunto Renzi.

Renzi, questa mattina, si è recato nel cantiere della metropolitana di Riad, realizzata da un consorzio con Salini e Ansaldo. Il presidente del Consiglio italiano partecipa alla cerimonia della rottura dell'ultimo diaframma della galleria sul tracciato realizzato dalle imprese italiane.Renzi ha incontrato Re Salman bin Abdulaziz Al Saud per poi ripartire alla volta di Roma.

Landini attacca Renzi - "Non so dove viva Renzi, forse da Riad vede l'Italia ripartire. Io continuo a vedere gente che non ce la fa ad arrivare a fine mese. Con il jobs act le partite Iva stanno meglio? I giovani precari? Di cosa stiamo parlando? Le scelte fatto dal governo non sono quelle giuste, non si sta ne' riducendo la disuguaglianza sociale, ne' combattendo la precarita', ne' si sta ripartendo con gli investimenti o combattendo l'evasione fiscale e la corruzione". A lanciare il duro j'accuse questa mattina il segretario generale della Fiom Maurizio Landini in occasione di un convegno organizzato a Padova sull'immigrazione e l'integrazione. "Per questo noi il 21 novembre saremo a Roma in piazza del Popolo - ha ricordato - e chiediamo a tutti i metalmeccanici, ma non solo, di manifestare. Ce n'e' bisogno per affrontare i problemi che abbiamo di fronte. Servono scelte economiche e sociali diverse che rimettano al centro le persone, i diritti, il lavoro e la lotta all'evasione e alla corruzione".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.