Di Maio: 'Ritorno al voto è colpa di Salvini'

POLITICA
Di Maio: 'Ritorno al voto è colpa di Salvini'

(Afp)

"Volevo capire se Salvini c'era o ci faceva​ e per 55 giorni ho provato a proporgli un governo assieme. L'unica cosa che gli ho chiesto e' 'staccati da Berlusconi' ma lui ha preferito Berlusconi a tutto questo. Ne risponderà alla storia e agli italiani soprattutto alle prossime elezioni perché se si sta andando al voto è perché lui ha scelto la restaurazione alla rivoluzione​". Lo dice Luigi Di Maio ai microfoni di 'Non Stop News' in onda su Rtl 102.


A chi gli domanda che tipo di rapporto abbia con Salvini, "come uno stato di Facebook: una relazione complicata", scherza Di Maio, che poi aggiunge: "La Lega era una forza politica con enormi potenzialità ma finché resta con il centrodestra mette nel freezer i voti".

In caso di ritorno al voto e di un risultato al di sotto del 40% auspicato dallo stesso Di Maio, un'alleanza con la Lega sarebbe comunque "improbabile - a detta del capo politico del M5S - perché lo hanno dimostrato in questi sessanta giorni. Non si scollano da Berlusconi. Quando parlo di ballottaggio è una preghiera che faccio agli italiani perché al voto si vada con la consapevolezza che bisogna votare non nello spirito del proporzionale. In questo periodo Renzi, Salvini e Berlusconi si sono sentiti, pur di scongiurare un dialogo con noi".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.