Caso Diciotti, 5S al bivio

POLITICA
Caso Diciotti, 5S al bivio

(Fotogramma)

E' sempre più concreta, in casa 5 Stelle, l'ipotesi di un voto online sul caso Diciotti. Una votazione sulla piattaforma Rousseau - che dovrebbe tenersi la settimana prossima e che, con altissime probabilità, sottrarrebbe Matteo Salvini dal processo - lascerebbe alla base M5S il 'fardello' di dover decidere la posizione da tenere sulla vicenda che ha portato all’accusa di sequestro di persona nei confronti del vicepremier leghista. Una scelta definitiva non è ancora sul tavolo, assicurano i vertici del Movimento, anche perché in queste ore difficili per i 5 Stelle, dopo la debacle abruzzese, ci si interroga con attenzione sulle scelte migliori da assumere e il dossier Diciotti è tra i più spinosi.


Ma quella della votazione online sembra ormai la tesi più avvalorata tra i pentastellati. Tanto che, riferiscono i beninformati all'Adnkronos, a Milano - dove ha sede l'associazione Rousseau - tutto sarebbe già pronto per dare la parola alla base, lasciandola decidere agli iscritti se negare o meno l'autorizzazione a procedere nei confronti del ministro dell'Interno.

Un voto online - il ragionamento che si fa spazio in queste ore - consentirebbe da un lato di non far gravare tutto il peso di una decisione scivolosa per il Movimento sulle spalle di Luigi Di Maio, dall'altro 'blinderebbe' il voto dei 'ribelli' pentastellati in Aula: il responso della Rete - secondo le regole grilline - non può essere ignorato e bypassato dai 'portavoce'. Dunque i senatori dovrebbero attenersi a quanto deciso dalla Rete, qualsiasi sia il verdetto.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.