Cerca

Italia Viva anti-Bonafede, ma Guardasigilli 'a braccetto' con Bellanova

POLITICA
Italia Viva anti-Bonafede, ma Guardasigilli 'a braccetto' con Bellanova

(Fotogramma)

E' guerra aperta, con Matteo Renzi che non arretra di un centimetro e minaccia di sfiducia il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede. Ma se Iv rischia di far cadere il governo Conte su una riforma, quella della prescrizione, che porta il nome del responsabile di via Arenula a mo' di sigillo M5S, in Cdm Italia Viva e Movimento 5 Stelle sembrano andare a braccetto. Martedì sera, infatti, sul tavolo del Consiglio dei ministri approderà il ddl sui reati agroalimentari, annunciato nei giorni scorsi dallo stesso Bonafede.


Il provvedimento, nota l'Adnkronos, porta la firma del Guardasigilli, ma vede la ministra dell'Agricoltura Teresa Bellanova co-proponente. Tra le principali novità, l'introduzione di nuove fattispecie di reato, a partire da quello di 'agropirateria', la definizione di comportamenti a rischio non solo nelle fasi a valle della filiera, e cioè nel commercio, ma anche a monte a partire dalle condizioni di allevamento degli animali o anche nell’uso di prodotti chimici nei campi, l'introduzione del concetto di tutela del patrimonio agroalimentare nel codice penale come nuovo bene giuridico meritevole di tutela. Misure che raccolgono in parte il patrimonio della 'commissione Caselli' e mirano - questo l'obiettivo dei due proponenti- a tutelare il 'made in Italy', i consumatori e i produttori. Difficile, però, che riescano a preservare anche la tenuta del governo nell'attuale composizione: "il testo è buono, ma da qui a sperare che riesca in un miracolo ce ne passa...", ironizza una fonte di governo.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.