Cerca

Inps, vertici M5S a deputati: "Firmate autorizzazione chiedere nomi"

POLITICA
Inps, vertici M5S a deputati: Firmate autorizzazione chiedere nomi

(Fotogramma)

Una firma in calce alla richiesta, scritta, per "chiedere una informazione collettiva all'Inps per sapere se, dai loro archivi, il vostro nominativo risulta essere beneficiario del bonus di 600 euro". Lo chiede il capogruppo del M5s alla Camera Davide Crippa ai deputati del gruppo su richiesta dal capo politico Vito Crimi, come apprende l'Adnkronos.


"Cari colleghi, in queste ore è stata diffusa la notizia secondo un parlamentare del movimento potrebbe aver richiesto e ottenuto il bonus di 600 euro destinato alle partite Iva in difficoltà -si legge nel messaggio di Crippa-. Al di là della legittimità o meno della richiesta, si pone un problema etico morale che per la vastità della crisi che attraversa ancora questo paese non può essere trascurato".

"Dobbiamo dare un segnale forte e mi auguro che chi ha ricevuto quegli importi provveda a restituirli immediatamente e a fare pubblica ammenda o a spiegare le eventuali ragioni qualora da lui/lei indipendenti", sottolinea il capogruppo del M5s.

"Come governo e parlamento abbiamo fatto degli sforzi enormi per recuperare ogni risorsa disponibile e messo in campo misure eccezionali, utilizzando modalità speditive che non richiedevano verifiche e controlli preventivi, al fine di erogare gli importi nel più breve tempo possibile con poche formalità. Mai ci saremmo aspettati che potesse accadere quanto sembra sia accaduto", spiega ancora Crippa.

"Pertanto, sperando che non sia necessario e che l'interessata/o si palesi al più presto, vi chiedo cortesemente di autorizzarmi a chiedere una informazione collettiva all'Inps per sapere se, dai loro archivi, il vostro nominativo risulta essere beneficiario del bonus di 600 euro. Non si tratta di una rinuncia alla privacy, in quanto diamo per scontato che ciascuno di voi non ha fatto istanza per quel bonus quindi la risposta sarà sicuramente negativa", chiarisce.

La dichiarazione da sottoscrivere entro domani, 11 luglio, con tanto di foto scansionata dovrà essere inviata ad un apposito indirizzo mail (dichiarazioni.inps.m5s@gmail.com) e autorizza "l'Istituto nazionale di Previdenza Sociale a comunicare al sig. Crimi Vito Claudio, nato a Palermo il 26 aprile 1972, su sua richiesta se il sottoscritto abbia richiesto la c.d. indennità covid-19 (bonus 600 euro) prevista dal decreto "cura Italia" prima e dal decreto "Rilancio" successivamente e se sia stata effettivamente erogata".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.