Cerca

Vitalizi, Ilona Staller: "A senatori sì, a me niente, pronta a fare danza del ventre per vivere"

POLITICA
Vitalizi, Ilona Staller: A senatori sì, a me niente, pronta a fare danza del ventre per vivere

(Fotogramma)

"Nelle trasmissioni televisive non mi chiamano, le discoteche sono chiuse e i locali a causa del Covid chiudono alle 23. Il mio ex marito che si è arricchito con la mia immagine è negli Usa e non mi dà mantenimento: morale della favola, in queste condizioni non posso restare qui in Italia. Vendo tutto, me ne andrò ma nel frattempo invito a casa e mi metto a ballare la danza del ventre! Magari mi pagano e così sopravvivo...". E' un fiume in piena Ilona Staller, in arte Cicciolina, che, alla notizia del ripristino dei vitalizi in Senato, affida il suo sfogo all'Adnkronos. Anche perché, da ex deputata, non le è stato ripristinato il vitalizio che riguarda solo i senatori, dopo la decisione della commissione Contenziosa di palazzo Madama.


"Sbattono la mia foto in prima pagina, mi chiamano tutti - dice l'ex attrice hard transitata negli scranni del Parlamento dall'87 al '92 nelle file del Partito Radicale - quando parlano del ripristino dei vitalizi. Ma io sono stata alla Camera e quindi non mi tocca un bel niente. Il ripristino riguarda il Senato e - insiste - io sono stata deputata. E per giunta, con quello che percepisco della mia attività di ex parlamentare non riesco neppure a pagarci le tasse...".

"Ma quello che mi fa veramente sorridere è che quello che percepisco è poco o niente. E poi voglio dire un'altra cosa ora che ci sono - prosegue l'icona del Partito dell'Amore - non capisco il governo che con la storia del Covid ci dice 'Restate a casa'. Parlano bene loro, Di Maio prende migliaia di euro al mese, solo noi dobbiamo fare sacrifici, e chi non lavora come deve fare?".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.