cerca CERCA
Lunedì 10 Maggio 2021
Aggiornato: 17:32
Temi caldi

Fedez e il vaccino della nonna: "Fontana e Moratti, chiedete scusa"

03 aprile 2021 | 15.17
LETTURA: 2 minuti

Nuova puntata del caso dopo il post di Chiara Ferragni. Il rapper: "La Lombardia tappa buchi per evitare polemiche"

alternate text

"Attilio Fontana e Letizia Moratti, chiedete scusa". Fedez, in una serie di stories su Instagram, si rivolge così ai vertici della Regione Lombardia dopo il caso legato alla vaccinazione della nonna. La signora, 90 anni, secondo il rapper e la moglie Chiara Ferragni è stata chiamata dalla regione solo dopo la pubblicazione di alcune stories da parte dell'influencer, che ha stigmatizzato le lacune del sistema di vaccinazione regionale. Alcuni media, riportando informazioni associate alla regione, hanno fatto riferimento ad un errore nella compilazione del modulo da parte della nonna di Fedez. "Cara Regione Lombardia, io avrei evitato di infierire... La Lombardia smentisce ciò che ha scritto mia moglie, che mia nonna sia stata vaccinata esattamente il giorno dopo le stories pubblicate da mia moglie. Mia nonna avrebbe sbagliato a compilare il modulo e avrebbe omesso il comune di residenza. Purtroppo questa scusa fa acqua da tutte le parti", dice il rapper.

Leggi anche

"Punto prima: sul sito di Aria, quando si compila la domanda, il comune viene inserito automaticamente. Se questo non bastasse, dico che mia nonna ha compilato la domanda per il vaccino mesi fa ed è stata contattata dopo la mia pubblicazione di alcune stories su Instagram" in cui "la regione si scusava per il ritardo. Il giorno dopo, che coincidenza. Mia nonna quel giorno non è potuta uscire perché inferma ad una gamba. Mia moglie fa delle stories sulla regione e cosa succede? Mia nonna viene contattata e le chiedono: 'Lei è la nonna di Fedez?'. Questa è la modalità Lombardia, tappare buchi per evitare polemiche", aggiunge prima di rivolgersi direttamente al governatore Fontana e alla vicepresidente Moratti. "Chiedete scusa per aver adottato un comportamento che non vede stessi diritti e stesse opportunità per il cittadino" ma mira "a salvare la faccia per evitare la gogna mediatica".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza