cerca CERCA
Venerdì 14 Maggio 2021
Aggiornato: 00:01
Temi caldi

Lo scontro

Fiano contro Giorgino, scintille ad Agorà

01 ottobre 2020 | 09.10
LETTURA: 2 minuti

Il giornalista all'Adnkronos: "Politica lasci in pace il giornalismo". La nota del Cdr del Tg1

alternate text

"Nonostante i peana difensivi di Giorgino sulla Lega...". Emanuele Fiano all'attacco di Francesco Giorgino ieri mattina ad Agorà. Il duro botta e risposta fra il dem e il giornalista va in onda in diretta, in un crescendo di toni. "No Fiano, scusi, tenete i giornalisti a riparo. Polemizzi con Romeo, non con i giornalisti. Io ho diritto di dire quello che penso, non quello che vuole il Partito democratico", la replica del cronista Rai.

Ma Fiano non ci sta e incalza: "Per non farsi coinvolgere lui dovrebbe fare il giornalista obiettivo e non il difensore di un partito italiano. Pochi giorni fa in un'intervista a Salvini ha detto 'pensi che c'è qualcuno che addirittura dice che lei avrebbe perso', se vuole vedere il filmato della Rai durante l'intervista...". Immediata la reazione di Giorgino, che punta il dito: "Lei è una persona poco corretta, questo è quello che fa male al giornalismo, l'intimidazione. Perché io la prossima volta non mi potrò più esprimere. Lei - accusa - mi sta intimidendo". "Io faccio il politico e dico la mia opinione", chiude Fiano, che minaccia di abbandonare lo studio. "E io faccio il giornalista e dico la mia opinione", la risposta di Giorgino.

Interpellato dall'Adnkronos, Giorgino spiega: "Sono rimasto molto colpito dall'attacco rivoltomi dall'onorevole Fiano. Mi è dispiaciuto molto sentire quelle parole, sia sul piano personale sia sul piano professionale, atteso che ho sempre lavorato con il massimo rispetto delle opinioni di tutti. La politica lasci in pace il giornalismo, specie quello del servizio pubblico che ha una funzione sociale ben precisa: raccontare i fatti, analizzarli, esprimere valutazioni fondate su evidenze empiriche nel rispetto dei valori supremi della libertà di manifestazione del pensiero e del pluralismo. Per quanto mi riguarda polemica chiusa, ma si rifletta su quale giornalismo si vuole in Italia".

Dura la nota del Cdr del Tg1 sul caso: "È un vizio diffuso e duro a morire: esponenti politici che danno pagelle ai giornalisti. Questa volta è toccato al parlamentare del Pd Emanuele Fiano che durante la puntata di Agorà di oggi ha attaccato il giornalista del Tg1 Francesco Giorgino. Le critiche sono sempre legittime, ma trascinare nelle diatribe tra partiti un giornalista non è un metodo corretto. Lo diciamo ancora una volta a tutti i partiti: tenete i giornalisti e l'informazione fuori dalla polemica politica". Lo afferma in una nota il Cdr del Tg1.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza