cerca CERCA
Mercoledì 29 Giugno 2022
Aggiornato: 01:42
Temi caldi

Airbus Germanwings precipita nel sud della Francia: 150 a bordo

24 marzo 2015 | 11.49
LETTURA: 8 minuti

In volo da Barcellona a Dusseldorf, l'aereo ha perso quota per 8 minuti prima dello schianto nella zona del massiccio dell'Estrop. A bordo tedeschi, spagnoli, turchi e belgi (Video 1, 2 /Fotogallery). C'erano anche due neonati, un'intera scolaresca e un celebre baritono tedesco. Aviazione francese: "Non è stato lanciato Sos". Un testimone: "Volava più basso del solito". Piloti della compagnia si fermano: soppressi 30 voli. Valls: "Non scartiamo nessuna ipotesi". Merkel, Rajoy e il presidente francese saranno mercoledì sul luogo del disastro. Ue collabora alle indagini. Germanwings, low cost con 130 destinazioni tra cui l'Italia. La cronologia degli incidenti di Airbus

alternate text

Un Airbus A320 della compagnia aerea tedesca Germanwings con a bordo 150 persone, 144 passeggeri e 6 membri dell'equipaggio, è precipitato oggi nella zona del massiccio dell'Estrop in Provenza, nel sud della Francia. L'aereo era in volo da Barcellona a Dusseldorf (Video 1, Video 2).

Una della scatole nere "è stata ritrovata, poche ore dopo l'incidente", ha dichiarato il ministro dell'Interno francese, Bernard Cazeneuve che si trova sul luogo del disastro (un'area sulle Alpi francesi, oltretutto, di difficile accesso) dove sono stati dispiegati 300 soldati e 350 vigili del fuoco. Mentre una decina di elicotteri sorvolano la zona. "La violenza dell'impatto" contro la montagna "lascia poche speranze" che ci siano sopravvissuti al disastro aereo, ha detto Cazeneuve. Con il calare della notte sono state sospese le operazioni di soccorso, che riprenderanno all'alba di domani. Alcuni poliziotti francesi resteranno tutta la notte vicino ai resti dell'aereo.

Sull'aereo viaggiavano tedeschi (tra cui 16 studenti), almeno 42 spagnoli, 39 turchi e almeno un belga. Il presidente francese Francois Hollande, parlando subito dopo la tragedia, non ha escluso la presenza a bordo di passeggeri di nazionalità francese. "Le condizioni dell'incidente, che sono ancora da determinare con precisione, lasciano pensare che non ci sarebbero sopravvissuti", ha detto Hollande precisando di non essere a conoscenza se vi siano abitazioni coinvolte. Il primo ministro francese Manuel Valls ha parlato all'Assemblea nazionale francese e riguardo alle cause del disastro ha detto che "in questa fase non può essere esclusa alcuna ipotesi".

LA RICOSTRUZIONE - Secondo la ricostruzione dell'amministratore delegato della compagnia low cost tedesca, Thomas Winkelmann, l'aereo ha perso quota per otto minuti prima di schiantarsi. Il contatto tra l'aereo e i controllori francesi, ha ricostruito Winkelmann in conferenza stampa a Colonia, si è interrotto alle 10.53 ora locale, quando il velivolo si trovava ad una quota di circa 6mila piedi. Successivamente, l'aereo si è schiantato. Prima ancora, Alain Vidalies, sottosegretario ai Trasporti francese, ha dichiarato che l'Airbus aveva lanciato un segnale di avaria alle 10.47 ora locale quando si trovava a una quota di 5mila piedi, in una "situazione anomala".

Un testimone, residente della zona, all'emittente Europe 1 ha dichiarato che l'aereo "volava più basso del solito". Ma Winkelmann ha spiegato che "l'aereo stava seguendo la rotta e volava ad un'altezza adeguata".

MISTERO SUL MESSAGGIO SOS - L'Airbus320 non ha lanciato l'Sos prima di precipitare, ha affermato dalla Direzione generale dell'aviazione civile francese (Dgac). "L'equipaggio non ha lanciato il 'mayday', è stato il controllore di volo a dichiarare l'allarme perché non aveva più contatti con l'aereo". Anche la compagnia Germanwings ha affermato di non poter dire nulla riguardo al messaggio di Sos perché dalle torri di controllo arrivano "notizie contraddittorie".

Il presidente francese - che su Twitter ha espresso alle famiglie delle vittime dell'incidente "solidarietà" - ha incontrato il re di Spagna Felipe e la sua consorte, che si trovavano in Francia per una visita programmata. La Spagna ha decretato tre giorni di lutto per l'incidente: il premier Mariano Rajoy domani si recherà sul luogo del disastro. Attraverso Twitter si è detto "sconvolto" dalla "tragedia". "Lavoriamo all'inchiesta insieme alle autorità francesi e spagnole", ha aggiunto. Con le autorità di Spagna, Francia e Germania coopera anche la Commissione europea.

Hollande ha poi avuto una telefonata con la cancelliera tedesca Angela Merkel, alla quale ha "espresso tutto il suo sostegno". Funzionari della Sicurezza tedeschi hanno riferito alla Dpa che "non vi sono al momento prove" che l'incidente sia stato provocato da un attacco terroristico. Un'ipotesi esclusa anche dalla Casa Bianca. Mentre Lufthansa parla chiaramente di "incidente" e ha detto che l'aereo ieri avuto un problema tecnico.

Merkel, che si è detta "sconvolta per la tragedia" e ha annunciato che si recherà sul posto domani "per avere un quadro della situazione e per poter parlare con i responsabili in loco". Intanto, un team di esperti dell'ufficio federale tedesco per le indagini sugli incidenti aerei è già partito per raggiungere il luogo del disastro. "Ci auguriamo di poter trovare quanto prima le cause di quanto accaduto", ha affermato la cancelliera tedesca parlando con i giornalisti, aggiungendo di aver concordato con Hollande e Rajoy di fare "il possibile per verificare le cause di questa tragedia, proprio perché questo non avvenga mai più. Abbiamo creato una cellula ad hoc per quanto riguarda questo stato di crisi". E infine: "Dobbiamo affrontare questo trauma difficilissimo per il nostro Paese quindi siamo vicini e porgiamo le nostre condoglianze a chi è rimasto coinvolto e alle famiglie". Il presidente tedesco, Joachim Gauck, ha interrotto il viaggio in America Latina.

Il ministro degli Esteri tedesco, Frank-Walter Steinmeier, dopo avere sorvolato il luogo dell'incidente ha esclamato: "è l'immagine dell'orrore". Ora "dobbiamo restare uniti", ha aggiunto.

Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, definendo un "evento tragico" quanto accaduto in Provenza, ha precisato che gli Stati Uniti in questo momento di dolore sono a fianco di Berlino, Madrid e Parigi "tra i nostri più leali alleati, oltre ad essere nostri amici".

Dopo il disastro anche "l'unità di crisi della Farnesina si è immediatamente attivata con la rete diplomatico-consolare per verificare l'eventuale coinvolgimento di italiani". Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni si è detto "profondamente colpito dal disastro", il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella "profondamente rattristato'' mentre il Papa "si unisce al dolore dei famigliari, assicurando la sua vicinanza e le sue preghiere per le persone decedute".

Il logo della Germanwing, compagnia low cost controllata da Lufthansa, solitamente di colore rosso e giallo, a richiamare i colori della bandiera tedesca, è stato 'listato a lutto' su Twitter.

"Se i nostri timori saranno confermati, questo è un giorno buio per Lufthansa", ha scritto Carsten Spohr, amministratore delegato della compagnia tedesca, azionista al 100% della Germanwings.

L'aereo della compagnia low cost tedesca era in servizio da 24 anni, aveva accumulato circa 58.300 ore di volo nel corso di circa 46.700 voli. Era stato consegnato alla Lufthansa nel 1991. L'Airbus A320, riferisce FlightRadar24, è inizialmente salito a un'altitudine di 38mila piedi, circa 13mila metri, per poi discendere e perdere contatto con i radar quando si trovava a un'altitudine di 6.800 piedi. L'aereo era stato recentemente usato per voli in Spagna, Germania, Gran Bretagna e Austria. Domenica pomeriggio aveva effettuato un volo andata e ritorno tra Dusseldorf e l'aeroporto londinese di Heathrow. Il pilota dell'Airbus precipitato volava con Germanwings e con Lufthansa da dieci anni.

L'unico precedente di un Airbus A320 precipitato in Francia risale al 20 gennaio del 1992, quando un velivolo di questo tipo si schiantò nei pressi di Mont Sainte-Odile. Il bilancio dell'incidente, come ricorda la stampa francese, fu di 87 morti. Mentre negli anni '50 ci fu un incidente aereo nella stessa zona: si trattava di un volo dell'Air France precipitato il primo settembre del 1953 sul Monte Pelat, qualche chilometro ad est dei Trois-Eveches (I Tre Vescovadi), la montagna nelle Alpi di Provenza, dove oggi è caduto l'Airbus A320.

Dopo l'incidente di oggi una trentina di voli della Germanwings sono stati annullati. "Alcuni membri dell'equipaggio di Germanwings - ha riferito un portavoce di Lufthansa - ci hanno avvertito che non si sentono adatti a volare. Forniscono motivi personali e noi li rispettiamo. Di conseguenza, abbiamo dovuto annullare una trentina di voli in tutta Europa, di cui 7, questa sera, in partenza da Duesseldorf".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza