cerca CERCA
Martedì 05 Luglio 2022
Aggiornato: 05:50
Temi caldi

Tabacco: intesa Gdf e Philip Morris Italia per lotta contraffazione

23 luglio 2014 | 16.02
LETTURA: 2 minuti

Siglato un protocollo d'intesa tra il Capo di Stato Maggiore della Guardia di Finanza, generale Fabrizio Cuneo, e l’amministratore delegato della Philip Morris Italia srl, Eugenio Sidoli. I commenti di Risso (presidente Fit), Affinita (Moige), Mazza (Agemos), Masiello (Coldiretti), e di Bat e Jti.

alternate text

Contrastare il contrabbando e la contraffazione dei tabacchi lavorati. Questo l'obiettivo del protocollo d’intesa siglato oggi, presso la sede del Comando Generale, tra il Capo di Stato Maggiore della Guardia di Finanza, generale Fabrizio Cuneo, e l’amministratore delegato della Philip Morris Italia srl, Eugenio Sidoli.

"L’intesa -si legge in una nota congiunta della Guardia di Finanza e di Philip Morris Italia- è in linea con l’accordo sottoscritto il 9 luglio 2004 tra la Commissione europea, dieci Stati membri, tra cui l’Italia, e la 'Philip Morris International'. Nell’accordo, Philip Morris Italia si impegna, tra l’altro, a collaborare con la Commissione europea e con gli Stati membri, fornendo ogni possibile assistenza, nell’attività di contrasto al commercio illecito di tabacchi".

"La Philip Morris Italia si è impegnata a sostenere l’attività svolta dalla Guardia di Finanza, attraverso un piano mirato di sostegno che prevede la fornitura, a titolo gratuito, di beni e servizi destinati all’impiego nell’attività di contrasto al contrabbando e alla contraffazione dei tabacchi lavorati", prosegue la nota. A margine dell’evento, le autorità intervenute hanno espresso ampia soddisfazione per la stipula dell’accordo, che rappresenta uno strumento di sostanziale potenziamento delle linee di presidio della legalità nello specifico settore.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza