cerca CERCA
Lunedì 04 Luglio 2022
Aggiornato: 17:50
Temi caldi

Giubileo, Zingaretti e Lorenzin al Gemelli per lavori pronto soccorso

15 luglio 2015 | 13.24
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Zingaretti, Lorenzin e Enrico Zampedri Dg del Policlinico Gemelli

Maggiore accessibilità e comfort per i pazienti e i familiari, un nuovo accesso separato per il pronto soccorso pediatrico e per i codici d'emergenza, con un modello che vuole mettere al centro il paziente. E' la nuova faccia del pronto soccorso del Policlinico Gemelli di Roma, che sara' pronta l'8 dicembre per l'inizio del Giubileo grazie ai lavori approvati e finanziati dalla Regione Lazio con i fondi messi a disposizione dal ministero della Salute (quasi 3 mln di euro, con una copertura economica del 5% da parte del Policlinico).

"Saremo in grado di garantire un'adeguata risposta agli 80.000 accessi l'anno del nostro pronto soccorso e rispondere al picco che ci aspetta per il Giubileo", ha spiegato Enrico Zampedri, direttore generale del Policlinico al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e al ministro della Salute Beatrice Lorenzin, che hanno visitato il cantiere del dipartimento emergenza urgenza (Dea) del Gemelli. (Fotogallery)

"Il risultato che vediamo oggi - ha affermato Zingaretti - è frutto di una bella collaborazione interistituzionale, a cui partecipa la Regione, il Governo e il Vaticano. A noi competono gli aspetti sanitari. Abbiamo attivato da subito un rapporto con il ministero Salute e il Mef per non vivere il Giubileo come un fatto straordinario, ma l'occasione per accelerare processi e cambiamenti sostanziali per la Regione".

"Saranno 12 i pronto soccorso che saranno rinnovati, grazie a 33 mln di euro sbloccati dal ministero e - aggiunge il governatore - non parliamo di una riverniciatura ma di rivedere il modello di accoglienza. A questi fondi si aggiungono i 19 mln di euro della Regione Lazio per l'acquisto di ambulanze e unità mobili, oltre a 800 unità di personale che saranno stabilizzate".

"La volontà e' di dare ai cittadini - sottolinea Lorenzin - la possibilità' di avere un'assistenza al livello delle altre capitali Ue, perché siamo tra i primi sistemi sanitari del mondo. Nella Regione Lazio ci sono problematiche che si trascinano da decenni e la rete delle emergenze -urgenze è uno dei nodi sui cui lavorare e la sua efficienza fa la differenza tra la vita e la morte. Il Gemelli - ha precisato - sarà ancora più forte e la stessa cosa deve avvenire con altri pronto soccorso della Capitale perché il Giubileo e' un grande evento spirituale, ma dobbiamo dare anche l'assistenza a chi arriverà".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza