cerca CERCA
Sabato 16 Ottobre 2021
Aggiornato: 20:12
Temi caldi

Sanremo

Giuliano Sangiorgi: "Questo Festival è uno specchio magico"

06 febbraio 2016 | 12.12
LETTURA: 7 minuti

alternate text
Giuliano Sangiorgi

"Quest'anno la settimana di Sanremo sarà come il mio specchio magico", ammette Giuliano Sangiorgi, che ha scritto 'Via da qui', il brano che Giovanni Caccamo e Deborah Iurato canteranno in gara tra i Big, ma anche due brani, 'A parte te' per Patty Pravo e 'Fammi respirare dai tuoi occhi' per Noemi, che usciranno negli album delle due cantanti, pubblicati durante la settimana del Festival. Leader e voce dei Negramaro ma anche autore prolificissimo per altri interpreti, Sangiorgi si racconta così all'AdnKronos: "È incredibile -spiega- come scrivere per gli altri sia un po' un guardarsi allo specchio e vedersi cambiato. Vedi delle imperfezioni o delle perfezioni che non pensavi ti appartenessero e in effetti non sono tue ma non ti sono nemmeno estranee, perché ci riconosci una parte di te".

"Trovo sempre delle sfumature sorprendenti nell'interpretazione degli altri. A chi mi chiede un pezzo rispondo sempre che terrò le antenne alzate e aspetto che arrivi. Ma alcune richieste sono già un'ispirazione", aggiunge Giuliano, al telefono dalla masseria pugliese dove nascono i dischi e i tour dei Negramaro. "Proprio oggi pensavo che quasi sempre i brani che ho scritto e che sono stati in gara a Sanremo sono nati qui, durante le notti dell'estate salentina, anche perché è quello il tempo giusto per la gestazione di un pezzo per Sanremo. È successo per Malika ed ora di nuovo per Giovanni Caccamo. A Giovanni avevo fatto ascoltare altri brani, poi mentre parlavamo sotto le stelle ho pensato ad un pezzo che avevo scritto pochi giorni prima. Era 'Via da qui'. Gliel'ho fatto ascoltare e ci siamo immediatamente messi a suonarlo e cantarlo. Voce e pianoforte. E infatti nel suo album, oltre al duetto con Deborah che proporranno all'Ariston, ci sarà anche la versione acustica originale".

Giuliano segue rigorosamente ogni anno il Festival di Sanremo: "Organizzo un gruppo d'ascolto con gli amici a casa mia, quest'anno a Roma. Lo faccio sempre. Era una tradizione già nella mia famiglia: seduti sul divano ad ascoltare le canzoni con i testi pubblicati da 'Sorrisi e Canzoni' alla mano e commentare". E non nasconde che "essere a Sanremo senza esserci è molto più leggero: non scorderò mai l'emozione quasi ingestibile di quando andammo la prima volta all'Ariston con i Negramaro. Alla prima uscita ci fu un problema tecnico e dovemmo cantare di nuovo dopo 5 minuti. Io non volevo: avevo patito troppo. Poi naturalmente gli altri mi convinsero. Eravamo 6 matti usciti da una cantina, con tanta esperienza live ma poca tv. E sapere di trovarsi davanti a milioni di persone... Che paura!".

Durante Sanremo uscirà anche 'Eccomi', l'album con cui Patty Pravo festeggia i 50 annni di carriera e che si apre proprio con 'A parte te', il pezzo scritto da Sangiorgi: "Con Nicoletta c'è un rapporto veramente bellissimo. Lei è davvero 'forever young', con una grandezza fuori dal tempo. Avevo già scritto due brani per lei e non mi aspettavo che me lo richiedesse. E il giorno che ho capito di avere la canzone per lei era il giorno del suo compleanno. Così sono andato a casa sua, che è vicina alla mia, e immediatamente l'abbiamo provata: io al piano, lei alla voce. Siamo entrambi molto voraci, con la voglia di suonare subito quando c'è un'idea e se possibile suonarlo insieme dal vivo. Non critico chi si invia file da un capo all'altro del mondo ma io sono abituato ad una band che fa del lavorare insieme, nello stesso luogo, uno dei punti di forza".

Un altro pezzo che verrà pubblicato nella settimana festivaliera è 'Fammi respirare dai tuoi occhi', scritto per il nuovo album di Noemi, 'Cuore d'artista'': "Con Noemi mi è successa la stessa cosa che è successa con Emma e Marco Mengoni. Sono stato molto felice che mi avessero chiesto un brano tre voci così. Ma mi hanno ispirato la voglia di portarli su un terreno un po' diverso. Così per Emma è arrivato un glam rock, per Marco una canzone tra cantautoratato e R&B e per Noemi un pezzo cantautoriale ma che spinge l'acceleratore verso il rock. Diciamo che questo pezzo dà a Noemi un 'rock appeal' diverso"".

Quando gli si chiede se non ci siano momenti in cui pensa di scrivere troppo per altri artisti, Sangiorgi risponde sereno: "Io scrivo moltissimo, scrivo continuamente. E quello che propongo ad altri non sono gli 'scarti' dei Negramaro. Semplicemente sono brani che arrivano in tempi diversi da quelli per la band. E a me non piace tenere 'ferma' una canzone che ha una sua magia in quel momento, non mi piace assoggettare questa cosa ad una logica di marketing. Qualcuno mi chiede a volte: perché non te la sei tenuta questa? Perché io tra un anno o due non sarò più quella canzone. E anzi avere qualcuno che possa cantare al posto mio è una possibilità pazzesca", sottolinea l'artista che sta preparando con i Negramaro la prosecuzione del fortunato 'La rivoluzione sta arrivando tour'.

"Partiamo il 5 maggio da Taranto e continueremo nelle città in cui non siamo passati in autunno, per chiudere il 23 maggio all'Arena di Verona. Siamo molto felici perché in questo tour ci siamo divertiti moltissimo, abbiamo provato grandi emozioni e questo non è male per una band che sta insieme da 15 anni. In fondo è un po' come una storia d'amore. Non ci tiene insieme più soltanto la voglia di fare musica ma anche la voglia di passare del tempo insieme", conclude.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza