cerca CERCA
Domenica 09 Maggio 2021
Aggiornato: 07:10
Temi caldi

Usa

Hillary Clinton 'stregata' da Elena Ferrante: "Lettura ipnotica"

09 settembre 2016 | 12.14
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Hillary Clinton (Afp) - AFP

Non c'è niente di più bello che essere "ossessionato" da un buon libro. Una sensazione che in questi giorni ha confessato di provare Hillary Clinton leggendo i libri della scrittrice italiana Elena Ferrante.

La candidata democratica ne ha parlato nel podcast intitolato 'With Her' con cui ogni due settimane si rivolge ai sostenitori, rivelando che in una campagna elettorale tanto intensa quanto accesa, ha bisogno di ritagliarsi dei momenti per stare con se stessa, per leggere "non più la roba seria che va letta per forza" ma "romanzi, thriller, gialli e biografie". E in questi giorni a "ipnotizzarla" è 'L'amica geniale', il primo libro della quadrilogia della scrittrice italiana, di cui non si conosce l'identità.

"Sai che cosa ho iniziato a leggere? Le Neapolitan novels di Elena Ferrante", ha detto Hillary, riferendosi al nome con cui in America è stata ribattezzata la saga che attraversa, dall'infanzia all'età adulta, la vita delle due amiche, Elena e Lila, ambientata in una non meglio identificata periferia napoletana. "Mi sono dovuta fermare al primo libro, ma non riuscivo a smettere", ha confessato a Max Linsky, la persona con cui parla durante le puntate del podcast.

E ora - ha confessato ancora l'ex segretario di Stato - ha dovuto "razionare" la lettura del secondo volume ('Storia del nuovo cognome', ndr) in modo da "assaporare meglio tutta la serie e farla durare di più" e per non essere troppo distratta dalla campagna elettorale.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza