cerca CERCA
Mercoledì 20 Ottobre 2021
Aggiornato: 00:23
Temi caldi

La7

Il mea culpa di Crozza-Calenda: "I poracci? Li ho scoperti ora"

19 ottobre 2019 | 08.42
LETTURA: 2 minuti

Un esilarante 'mea culpa' targato Maurizio Crozza/Carlo Calenda. Nell'ultima puntata di 'Fratelli di Crozza' - in onda tutti i venerdì in prima serata sul Nove – ecco infatti arrivare le 'candide' ammissioni del politico: "Per trent'anni - spiega - ho detto solo cazzate. Pensa che io per trent'anni mica buttavo la pasta nella pentola... io prendevo l’acqua bollente e la versavo nella scatola degli spaghetti. Me magnavo il cartone mollo. Pure 'sto fatto che esistono i poracci - sbotta Crozza-Calenda in un'escalation surreale -, sì insomma, quelli che lavorano in fabbrica, l'ho scoperto adesso!". Poi la disillusione dell'ex ministro: "Io sono prontissimo a fare il sindaco di Roma… ma manco ai sorci del Tevere viene in mente di chiedermi di candidarmi".

E il vero Calenda 'bacchetta' Crozza: "Mica sono così stempiato..."

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza