Cerca

Nel 2019 il Master Privacy Officer diventa Executive

ICT
Nel 2019 il Master Privacy Officer diventa Executive

Il Regolamento UE 2016/679 ha generato una notevole crescita della richiesta di formazione in materia di protezione dei dati personali, ma Federprivacy va controtendenza con un numero limitato di edizioni del Master Privacy Officer e criteri più selettivi per l'ammissione dei partecipanti

Da gennaio lo storico corso di Federprivacy si rivolge prevalentemente a manager d'impresa e professionisti senior con classi ristrette. Solo quattro le edizioni previste con partecipanti a numero chiuso e l'obiettivo di maggiore interazione in aula con i docenti per favorire apprendimento e acquisizione competenze. Bernardi: "Criteri più selettivi e stringenti per preservare il prestigio conquistato sul campo". Richiesti per l'ammissione conoscenza di base della normativa e della terminologia giuridica, possesso di titolo di studio, e svolgimento di un test preliminare


Firenze, 13 novembre 2018 - Partito nel 2010, dopo 55 edizioni e quasi duemila partecipanti all'attivo, dal 2019 lo storico corso di Federprivacy si trasforma in versione "Executive" con sole quattro classi a numero chiuso e l'innalzamento dei requisiti di accesso.

Il "Master Privacy Officer e Consulente della Privacy", da anni accreditato dal Consiglio Nazionale Forense e riconosciuto da Tϋv Italia per la certificazione della figura professionale, si rivolgerà quindi prevalentemente a manager d'impresa e professionisti senior con classi limitate a circa venti partecipanti con l'obiettivo di interagire maggiormente con i docenti e favorire l'apprendimento per l'acquisizione delle competenze in materia di protezione dei dati personali.

Anche se apparentemente in controtendenza rispetto alla crescente richiesta generata dall'introduzione del GDPR, la decisione di ridurre drasticamente il numero dei partecipanti e delle edizioni in calendario per rivolgersi a platee più ristrette di professionisti, rispecchia in realtà la mission che ha sempre contraddistinto Federprivacy, come spiega il presidente, Nicola Bernardi: "Il grande interesse che continuiamo a riscontrare per i nostri corsi ci richiedeva di incrementare ulteriormente le nostre attività formative per soddisfare le richieste di mercato, e anche se quest'opportunità avrebbe potuto essere allettante, c'era però il rischio di compromettere il nostro consueto livello qualitativo, grazie al quale ci siamo affermati come principale punto di riferimento dei professionisti della data protection in Italia - afferma Bernardi - Per questo abbiamo scelto invece di adottare criteri più selettivi e stringenti per preservare il prestigio che abbiamo conquistato sul campo in tutti questi anni, anche se questo può significare non poter accogliere tutte le richieste che continuano a pervenirci".

A partire da gennaio 2019, per accedere al Master Privacy Officer è richiesta necessariamente la conoscenza di base della normativa in materia di privacy e della terminologia giuridica e delle definizioni usate dal Legislatore, compresi i termini diffusamente usati in lingua inglese, il possesso di un diploma o laurea come titolo di studio, e lo svolgimento con esito positivo di un test preliminare.

Ufficio Stampa Federprivacy
Email: press@federprivacy.it
Web: www.federprivacy.org
Twitter: @Federprivacy
Mobile: +39 340 2893068