cerca CERCA
Giovedì 28 Ottobre 2021
Aggiornato: 14:36
Temi caldi

Immigrati, arrivi senza sosta: nelle ultime ore tratti in salvo 590 profughi

22 settembre 2014 | 08.44
LETTURA: 2 minuti

Le navi della Marina Militare sono intervenute ieri in tre operazioni di soccorso ad imbarcazioni provenienti dalle coste del nord Africa. Proseguono le ricerche dei dispersi del naufragio avvenuto davanti la costa libica

alternate text

Le navi della Marina Militare sono intervenute ieri in tre operazioni di soccorso ad imbarcazioni provenienti dalle coste del nord Africa, imbarcando numerosi migranti anche da navi mercantili che hanno supportato le operazioni nello Stretto di Sicilia. Il pattugliatore Sirio della Marina Militare ha soccorso ieri pomeriggio a sud di Lampedusa un gommone con 105 migranti, tra cui una donna e un minore. Al termine del recupero, si è diretta nell’area dove la motonave Stjerneborg (Singapore) ha soccorso numerosi naufraghi di un’imbarcazione affondata ieri 30 miglia al largo della costa libica orientale.

Un elicottero EH 101 della Marina Militare è invece decollato dalla base di Lampedusa per supportare le operazioni di ricerca e soccorso di eventuali dispersi. Il pattugliatore Sirio, ultimato il trasbordo di 55 naufraghi soccorsi dalla motonave Stjerneborg, è rimasto in area per continuare le ricerche di eventuali altri superstiti. Si calcola che siano almeno quaranta le vittime. Le ricerche nell'area proseguono.

La fregata Aliseo durante la notte ha soccorso 96 migranti da una imbarcazione in legno. Sempre ieri, la nave anfibia San Giusto ha recuperato 105 migranti da un gommone in condizioni di precaria galleggiabilità e successivamente ha imbarcato 229 migranti già recuperati dalla nave mercantile Bourbon Orca (Norvegia).

La motovedetta CP302 ha invece soccorso 33 migranti da una imbarcazione trasportandoli a Lampedusa. Tra loro anche una donna in stato interessante.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza