cerca CERCA
Martedì 21 Settembre 2021
Aggiornato: 17:11
Temi caldi

Immigrati: neonata e bimba 1-2 anni tra le vittime

13 maggio 2014 | 21.01
LETTURA: 2 minuti

"Ci sono 12 donne, tre uomini e due bambine molto piccole, una di qualche mese e l'altra di uno-due anni. Ieri quando ho lasciato l'area circostante il punto del naufragio ho lasciato il riporto di situazione alla nave Vega che fa sempre parte del dispositivo 'Mare Nostrum' che oggi ha coordinato le azioni di ricerca. Sulla dinamica sono in corso delle indagini. E' stato comunque un affondamento abbastanza veloce. Questo ha catalizzato l'attenzione dei due mercantili che hanno immediatamente messo in mare i mezzi minori per recuperare tutti quanti". Queste le prime parole rilasciate ai giornalisti dal capitano di fregata, comandante della nave Grecale, Stefano Frumento. La nave con 206 superstiti e 17 salme è approdata nel porto di Catania poco prima delle 19;30. Sono in corso le operazioni di sbarco.

"Negli occhi di questi migranti -ha aggiunto- ho constatato lo sguardo di qualcuno che ha veramente scampato una sorte infausta. Alcuni dei superstiti raccontano di essere partiti con alcuni parenti ma che non li stanno più vedendo. Il naufragio non è avvento in acque libiche -ha continuato il comandante Frumento- ma in acque internazionali. Non sono intervenute le autorità libiche".

Tornando sulla dinamica dell'incidente, il comandante della Grecale ha ribadito con i cronisti che si sarebbe trattato di "un ribaltamento. Il mare era calmo non c'erano onde. Tutte le interviste correlate che farà l'autorità giudiziaria porteranno ad una versione chiara di quello che è avvenuto".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza