cerca CERCA
Lunedì 21 Giugno 2021
Aggiornato:
Temi caldi

Immigrati: sono 110.000 i peruviani in Italia, 60% donne

27 febbraio 2014 | 16.34
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Roma, 27 feb. (Labitalia) - Sono per lo più donne, che arrivano in Italia per fare le collaboratrici domestiche, le infermiere, le cameriere o le commesse. E tuttavia negli ultimi anni sono arrivati anche i mariti, i fratelli e i padri e la componente di genere si va pian piano riequilibrando. Sono gli immigrati peruviani in Italia, una comunità composta da circa 110.000 persone, formatasi per la gran parte tra la fine degli anni '80 e quelli '90, in virtù della grave crisi economica che ha attraversato il Perù, e della guerriglia di Sendero Luminoso e dei Tupac Amaru che ha scosso il Paese.

Per conoscere meglio la collettività peruviana, oggi a Roma, dalle 15 alle 18, presso la sala convegni della Banca Monte Paschi di Siena, in via Minghetti 30/a, si terrà un'iniziativa nell'ambito della campagna 'Incontro' promossa dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e realizzata dal Centro studi e ricerche Idos/Immigrazione Dossier Statistico. La campagna ha l'obiettivo di far conoscere, ascoltare e coinvolgere, attraverso le loro associazioni, le principali comunità di migranti non comunitari presenti in Italia.

Quello con i peruviani in Italia è il secondo appuntamento (dopo quello con la comunità srilankese): tra gli immigrati dal Paese latino-americano il 60,2% è costituito da donne, il 39,8% da uomini. Si tratta di una popolazione tendenzialmente matura: circa il 30% ha un'età compresa tra i 40 e i 54 anni.

Di contro, la presenza dei minori peruviani è sotto la media rispetto a quella riscontrata nel totale dei soggiornanti stranieri in Italia: 19,9% contro il 24,1%. I peruviani si concentrano soprattutto nel Nord-Ovest, che ne ospita il 60,3%. A determinare una così forte concentrazione sono la Lombardia (46.528) e il Piemonte (14.336), che assorbono rispettivamente il 42,5% e il 13,1% dei peruviani che vivono nel Paese, a fronte di quote del 36,9% e del 7,3% rilevate per la totalità degli stranieri. La seconda area in cui i peruviani soggiornano maggiormente è il Centro Italia (31% a fronte del 23,1% tra tutti gli stranieri), in questo caso per via del peso esercitato dal Lazio, che da solo ne ospita 33.895, il 16,9% del totale nazionale (a fronte del 9,8% di tutti i non comunitari soggiornanti nel Paese), collocandosi al secondo posto per numero di peruviani dopo la Lombardia e immediatamente prima del Piemonte.

Le città con la più alta densità di peruviani sono a Milano (che da sola raccoglie il 34% dei peruviani in Italia), seguita da Roma, Torino e Firenze (rispettivamente con il 16,1%, il 10,3% e il 7,2%).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza