Cerca

Cinema: dal 17 aprile in sala 'Song 'e Napule' dei Manetti Bros.

L'attore Morelli, mettere a confronto la Napoli borghese e quella popolare dei quartieri

SPETTACOLO

Roma, 9 apr. (Adnkronos/Cinematografo.it) - "Due napoletanità a confronto: quella borghese di via dei Mille con quella popolare dei quartieri, due mondi apparentemente lontani che in realtà convivono forzatamente. L'idea di partenza era questa, incentrata su un poliziotto svogliato, benestante, di estrazione borghese e diplomato al conservatorio, che per una serie di motivi è costretto ad infiltrarsi nella Napoli dei vicoli e dei cantanti neomelodici". Così Giampaolo Morelli racconta lo spunto che ha dato il 'la' a 'Song 'è Napule', nuovo film diretto dai Manetti Bros., che lo hanno scritto insieme al fumettista Michelangelo La Neve, e interpretato dallo stesso Morelli (è il cantante neomelodico Lollo Love), insieme ad Alessandro Roja (il poliziotto Paco Stillo), Paolo Sassanelli (il commissario Cammarota) e Serena Rossi (Marianna, la sorella del cantante).


"L'idea di Giampaolo ci sembrava geniale - dice Marco Manetti - ma prima di trasformarla in film ci abbiamo messo 3-4 anni e, gran parte del merito, se non tutto il merito, va al compianto Luciano Martino che ci ha spronato in ogni modo a portare avanti il progetto". Prodotto appunto dalla Devon Cinematografica, insieme a Rai Cinema, 'Song 'e Napule' arriverà nelle sale il 17 aprile distribuito da Microcinema.

Il film segue le gesta di Paco, diplomato in pianoforte al conservatorio che trova impiego in polizia, grazie a una raccomandazione della madre: inetto e inesperto, finisce in un deposito giudiziario, finché non incontra il commissario Cammarota, sulle tracce di un pericoloso camorrista detto O' Fantasma. Paco dovrà infiltrarsi nel gruppo del cantante neomelodico Lollo Love, che si esibirà al matrimonio della figlia di un boss cui dovrebbe partecipare O' Fantasma.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.