Home . Intrattenimento . Spettacolo . Non ci resta che il crimine, la rapina in un tweet dei Kiss

Non ci resta che il crimine, la rapina in un tweet dei Kiss

SPETTACOLO
Non ci resta che il crimine, la rapina in un tweet dei Kiss

(Fermo immagine dal film)

E' una delle scene memorabili di 'Non ci resta che il crimine', il nuovo film di Massimiliano Bruno con Alessandro Gassmann, Marco Giallini, Edoardo Leo, Gianmarco Tognazzi, Ilenia Pastorelli, in questi giorni sul grande schermo. E' quella di una rapina a una banca per cui Renatino, Sebastiano, Moreno e Giuseppe si travestono da Kiss. Una scena arrivata anche Oltreoceano, con il gruppo statunitense che sui social con un post ha citato la pellicola italiana.









Siamo a Roma nel 2018 e tre amici di lungo corso, con scarsi mezzi ma un indomabile talento creativo, decidono di organizzare un 'Tour Criminale' della Capitale alla scoperta dei luoghi simbolo della Banda della Magliana. L’idea, ne sono convinti, sarà una miniera di soldi. Abiti d’epoca, jeans a zampa, giubbotti di pelle, stivaletti e Ray-Ban specchiati, ed è fatta…sono pronti per lanciarsi nella nuova impresa. Se non fosse che, per un imprevedibile scherzo del destino, vengono catapultati negli anni ’80 nei giorni dei gloriosi Mondiali di Spagna e si ritrovano faccia a faccia con alcuni membri della Banda che all’epoca gestiva le scommesse clandestine sul calcio. Per non parlare dell’incontro con una vulcanica e dirompente ballerina che rischia di scombinare ancora di più le carte. Per i tre amici potrebbe rivelarsi una ghiotta occasione di riscatto oppure….

La nostalgia è presente già nel titolo che rende omaggio a 'Non ci resta che piangere' (1984), film che vedeva la coppia Troisi e Benigni catapultata improvvisamente nel 1492. Ma non è l’unica pellicola degli anni Ottanta alla quale fa riferimento perché il tuffo nel passato di questi tre amici squattrinati ricorda tanto la commedia cult fantascientifica Ritorno al futuro (1985) di Robert Zemeckis, ricorda Cinematografo.it. E per andare ancora più indietro nel tempo e precisamente negli anni Settanta i polizieschi all’italiana, anche detti 'poliziotteschi', film che prendevano spunto da fatti di cronaca nera per svilupparli poi in modo enfatico. E proprio in questa chiave va letto 'Non ci resta che il crimine', film più visto nel weekend. Il riferimento alla Banda della Magliana è un mero spunto con alcuna velleità di essere realistico o di emulare in qualche modo il film e la nota omonima serie tv Romanzo Criminale, progetto nato anni fa dalla penna di Giancarlo De Cataldo.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.