Cerca

Danza: al Pergolesi di Jesi debutta 'Suite italienne' di Stravinskij

SPETTACOLO
Danza: al Pergolesi di Jesi debutta 'Suite italienne' di Stravinskij

'Suite Italienne' con la coppia Riva- Repele in scena al Teatro Pergolesi di Jesi

Debutta domani al Teatro Pergolesi di Jesi 'Suite Italienne', nuova creazione firmata sull'omonima partitura di Stravinskij, tratta dal suo 'Pulcinella', affidata alla coppia di ballerini -coreografi Sasha Riva- Simone Repele. Si replica il 17 ottobre alle ore 16. Il lavoro è parte del dittico inaugurale della 53° Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi in omaggio a Giovanni Battista Pergolesi che comprende anche la prima esecuzione in epoca moderna dei tre intermezzi in musica 'Lesbina e Milo' (1707) di Giuseppe Vignola. 'Suite italienne' sarà poi al Teatro Verdi di Sassari il 20 ottobre ore 20.30, nell’ambito del Festival della danza d’autore 'Corpi in Movimento'.


Accompagnati da Riccardo Pes al violoncello e Andrea Boscutti al pianoforte, Sasha Riva e Simone Repele ricostruiscono la storia della figura chiave del folklore napoletano. Un viaggio introspettivo che riporta lo spettatore al '600, al leggendario contadino Puccio d’Aniello. "Sembra sia stato lui - spiega una nota del balletto - la fonte di ispirazione per il nome di Pulcinella. Nella pièce coreografica sarà lui a svelare tutte le sfaccettature della figura enigmatica della celebre maschera, incarnando contrasti e contraddizioni. Dalla buffa goffaggine ad una profonda drammaticità, ad un presunto ermafrodismo a cui allude la voce squillante e il nome al femminile".

'Suite italienne' sarà altresì l’occasione per celebrare il centenario di un lavoro entrato a far parte della storia del balletto poiché Riva e Repele prendono le mosse da 'Pulcinella', balletto creato da Léonide Massine per i Ballets Russes di Serghei Diaghilev nel 1920. Infatti, dalla partitura composta per 'Pulcinella', basata su pagine incompiute di Pergolesi, Stravinskij traeva qualche anno dopo la sua 'Suite italienne' per violoncello e pianoforte.

"Dobbiamo dare un segnale forte - ha spiegato Daniele Cipriani, produttore dello spettacolo - Operare in questo momento di pandemia ci avvicina in quache modo a Stravinskij, autore della musica. Nel 1918 la tournée del suo balletto 'L’Histoire du soldat' venne, infatti, cancellata a causa della febbre spagnola (e il compositore stesso si ammalò). Mettendo in scena 'Suite italienne proprio ora - ha aggiunto -è come se, in qualche maniera, lui si stesse prendendo una piccola rivincita". Il costume di Pulcinella si ispira all'originale firmato da Pablo Picasso e realizzato per l'occasione dalla costumista Anna Biagiotti.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.