cerca CERCA
Giovedì 02 Dicembre 2021
Aggiornato: 02:16
Temi caldi

Iran: cosi' hacker hanno spiato per anni ufficiali e diplomatici Usa (2)

29 maggio 2014 | 14.34
LETTURA: 2 minuti

(Aki/Washington Post) - Una volta entrati in confidenza con i loro target, gli hacker per dimostrare la loro buona fede inviavano messaggi amichevoli e consigliavano la lettura di siti come appunto NewsOnAir.org, che conteneva articoli pubblicati in precedenza da altri media, ma firmati con nomi inventati. Una volta raggiunto un rapporto di fiducia con il loro interlocutore, gli hacker invitavano la persona a cliccare su link a video di YouTube che a loro volta rimandavano a siti 'civetta', creati per rubare password e dati dell'utente che vi navigava.

Secondo iSight, sono circa duemila, compresi amici e conoscenti dei veri obiettivi, le persone cadute nella cyber-trappola. "Si tratta del piu' elaborato piano di ingegneria sociale che sia stato mai associato al cyber-spionaggio", ha commentato John Hultquist, responsabile intelligence di iSight. "In questo modo sono riusciti a entrare in contatto con i massimi livelli politici degli Usa", ha aggiunto.

Il programma 'Newscaster' ha anche colpito, giornalisti, lobbisti a favore di Israele e membri del Congresso, hanno precisato gli uomini della societa'. Il piano - evidenziano da iSight - e' piuttosto complesso e sorprendente per le capacita' degli hacker iraniani, ritenute al di sotto di quelle sviluppate nei paesi che guidano le attivita' di cyber-spionaggio, ovvero Usa, Cina, Israele e Russia. Gli hacker iraniani "sono molto disinvolti. Cio' che a loro manca in termini tecnologici lo recuperano con la creativita' e la perseveranza", ha concluso il vice presidente di iSight, Tiffany Jones.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza