cerca CERCA
Sabato 28 Maggio 2022
Aggiornato: 04:04
Temi caldi

Iran: Teheran, attacco a Charlie Hebdo risultato politiche della Francia

24 gennaio 2015 | 16.06
LETTURA: 2 minuti

L'attentato contro la rivista Charlie Hebdo è stato "il risultato delle politiche sbagliate della Repubblica francese" e questo avvenimento segna "la sconfitta delle politiche occidentali" nel mondo. Lo ha detto il ministro della Giustizia iraniano, l'hojjatoleslam Mostafa Pour-mohammadi, criticando il governo francese per aver permesso la pubblicazione delle vignette satiriche contro Maometto, definite dal ministro "blasfeme" e"offensive".

Pour-mohammadi, uomo di fiducia della Guida Suprema iraniana l'ayatollah Ali Khamenei, ha quindi definito l'Occidente "un centro che promuove idee blasfeme che ridicolizzano le civiltà e le religioni altrui", stando a quanto riferito dal sito d'informazione 'Digarban'.

Le autorità della Repubblica islamica hanno condannato sia l'attentato al settimanale, sia la pubblicazione delle vignette satiriche su Maometto. Negli ultimi giorni, diverse personalità dell'establishment iraniano hanno rilasciato dichiarazioni critiche nei confronti dell'Occidente per la pubblicazione delle vignette sul Profeta.

La settimana scorsa un gruppo di manifestanti iraniani pro-regime era sceso in piazza, di fronte alla sede dell'ambasciata francese a Teheran, manifestando contro la pubblicazione delle vignette.

Le autorità iraniane hanno inoltre chiuso due settimane fa il giornale filo-riformista Mardom-e Emruz (Il popolo di oggi) per avere pubblicato in prima pagina un articolo che sosteneva la rivista satirica francese Charlie Hebdo. Il quotidiano aveva pubblicato una foto di George Clooney durante la cerimonia di premiazione dei Golden Globe, citando le parole del regista e attore americano che diceva: "I am Charlie Hebdo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza