cerca CERCA
Lunedì 04 Luglio 2022
Aggiornato: 07:35
Temi caldi

F1: rivoluzione dal 2017, monoposto più veloci e tornano i riforimenti

15 maggio 2015 | 16.52
LETTURA: 3 minuti

Dal 2017 il circus può cambiare volto, l'obiettivo è abbassare i tempi sul giro di 6-7 secondi. Dal prossimo anno, intanto, più libertà nella scelta delle gomme

alternate text
Jean Todt e Bernie Ecclestone (foto Infophoto) - INFOPHOTO

Monoposto più veloci e aggressive, più libertà nella scelta delle gomme e di nuovo rifornimenti in gara. E' l'identikit della Formula 1 del futuro secondo le linee tracciate dallo Strategy Group della Fia che si è riunito all'aeroporto londinese di Biggin Hill per discutere e "migliorare lo show" offerto dal circus.

Per quest'anno, intanto, è stata bocciata l'ipotesi di consentire l'uso della quinta power unit: il limite di 4 rimane. Dal 2016, i team potranno scegliere in ogni weekend di gara 2 dei 4 tipi di gomme a disposizione. La vera rivoluzione, però, è in programma dal 2017. Dopo 7 anni di assenza, torneranno infatti i rifornimenti in gara, con la possibilità di gestire le strategia in maniera più elastica e, soprattutto, di mandare in pista monoposto più veloci.

L'obiettivo è abbassare i temi, in media, di 6-7 secondi attraverso l'introduzioni di novità aerodinamiche, gomme più larghe e peso ridotto delle monoposto. Cambiamenti annunciati anche per i propulsori: aumenteranno i giri e il rumore prodotto dai motori, che attualmente si limitano a creare un 'ronzio' poco gradito in particolare a Bernie Ecclestone, boss del circus.

In agenda rimangono altri temi da approfondire, compresa un'eventuale ridefinizione del weekend di gara. Capitolo costi: la riduzione delle spese rimane un argomento sul tavolo della Federazione guidata da Jean Todt e i team membri dello Strategy Group (Ferrari, Mercedes, McLaren, Red Bull, Williams e Force India) si sono impegnati a definire una proposta nelle prossime settimane d'accordo con le altre squadre che partecipano al Mondiale.

Nella nota, firmata da Todt e Ecclestone, il meeting tra Fia, team e detentore dei diritti commerciali viene definito "costruttivo". "Tutte le parti convengono sull'opportunità di lavorare insieme per definire queste proposte e sottoporle nel più breve tempo possibile all'approvazione della F1 Commission e del Consiglio Mondiale della Fia per arrivare all'implementazione".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza